"Ogni anima che sia pentita delle sue colpe, sente irresistibilmente il bisogno di essere purificata e perdonata."
Don Orione

Cerca nel sito DOI

VII Convegno Apostolico

convegno apostolico 6

#seguilastella

Los desamparados

Pubblicazione periodica di informazione scientifica Anno 2 / Numero 3

Martedì, 19 Giugno 2018

Oratorio - Che estate sia!

Dopo un maggio piovoso ed un mese di giugno iniziato con qualche temporale in più del solito, l'estato è ufficialmente cominciata negli oratori orionini in Italia. Mancano pochi giorni alla festa di San Luigi Gonzaga, patrono della gioventù, onomastico di San Luigi Orione, che a soli vent'anni fondò un oratorio dedicato proprio a questo santo.

Da Nord a Sud, le attività  che iniziano al termine dell'anno scolastico sono ormai un appuntamento tradizionale: giochi, gite, danza, teatro, manualità e giocoleria, piscina ed escursioni, ma non solo. L'oratorio estivo è prima di tutto uno spazio educativo per vivere insieme ai coetanei un percorso formativo, alla scoperta degli altri, dell'amicizia, alla ricerca di quei valori che danno senso e sapore alla vita. La proposta dell'oratorio è dunque qualcosa in più di un semplice centro estivo divertente o economico, è, per molte famiglie, l'adesione ad un progetto educativo, è la voglia di far sperimentare ai propri figli una Chiesa gioiosa in cammino.

Tutte queste attività sono frutto dell'impegno e della passione degli educatori ed animatori, guidati dai loro sacerdoti, delle famiglie dei ragazzi che danno una mano all'organizzazione dei pasti e degli spazi: sono l'esempio di una comunità viva, attenta ai bisogni del territorio, capace di mettersi in gioco.

Allora, buona estate a tutti!

Condividi su:

Ecco finalmente avverarsi il sogno tanto atteso: Il giorno 31 gennaio, festa di S. Giovanni Bosco, presso l’Istituto Mons. Gentili, in Fano, viene posta la prima pietra del cantiere di lavoro per la realizzazione delle nuove strutture sportive dell’Immacolata e S. Luigi Orione.
Per l’occasione il vicario diocesano per la pastorale, Don Marco Presciutti benedice il luogo.
Presenti i religiosi della comunità, i sacerdoti della diocesi, le autorità civili e militari, amici, collaboratori, dipendenti, benefattori, alunni e insegnanti col preside.
Il nuovo centro sportivo, dotato di sala ricreativa, campetto in erba sintetica, docce, bagni e spogliatoi, sarà un luogo di riferimento per i giovani, famiglie che vorranno trascorrere del tempo libero impiegato nell’allenare il corpo e lo spirito, secondo il carisma del nostro santo Fondatore.
Che la Vergine Immacolata e San Luigi Orione proteggano e guidino questo polo di aggregazione significativo per l’intera città di Fano.

Condividi su:

Avvento 2017: “attesa”, tempo prezioso da non perdere
Sono iniziati, anche quest’anno, i tanto attesi e piacevoli ritiri di Avvento in preparazione al Natale.
Luogo di ritrovo è come sempre l’Oratorio, dove prima di tutto è la Preghiera a colorare l’atmosfera giornaliera.
A guidare gli alunni è Don Steven Carboni, responsabile della Pastorale Giovanile diocesana.
Don Steven, con tanta paternità e serenità, aiuta i ragazzi a comprendere il prezioso tempo dell’Attesa, vissuto quotidianamente e riempito da occasioni importanti che danno più senso alla vita, resa ancora più bella da Gesù Bambino che viene.
A Don Steven i più sentiti ringraziamenti per la sua disponibilità e apertura verso la splendida “Cittadella” della Carità in Fano.
Agli alunni diciamo GRAZIE perché contribuiscono a far sorridere sempre chi ha investito su di loro: S Luigi Orione e chi in loro si compiace ogni giorno: Il Signore della Gioia.
Ave Maria e Avanti, sempre, fino in Paradiso.

Condividi su:

“Oggi è il 3 luglio! Che bella data! Grande data quest’oggi per me, o miei cari! Quanti anni sono passati da quel 3 luglio; ma il ricordo mi sta ancor vivo dinanzi, come fosse ieri. Ero chierico e custode del duomo. I ragazzi e i giovinetti che mi si serravano attorno erano tanti, alcune centinaia: ce n’erano delle elementari, delle tecniche, del ginnasio, e un bel gruppo che già lavorava. Non si potevano più tenere: non capivano più nelle mie cameretta, là in alto, sul voltone del duomo, l’ultima: non si potevano tenere in Cattedrale, perché correvano su e giù da tutte le parti, non ci stavano più…!”.
Così scriveva e scrive tutt’ora per noi il folle di Dio, San Luigi Orione, infocato d’amore e Carità, costantemente disposto a dare tutto per il bene e l’educazione dei ragazzi.
Nel cuore e nella mente di Don Orione c’eravamo anche noi: finalmente anche a Fano, presso lo storico Istituto mons. Gentili, risorgerà il bellissimo Oratorio dedicato alla vergine Immacolata. Sarà un luogo di sana aggregazione, un laboratorio di talenti, una scuola di preghiera gioiosa secondo lo stile del nostro fondatore a cui, nel 1934, viene affidata l’opera già avviata da Mons. Gentili e da Don Masetti, padre del primo ricreatorio dell’Immacolata fondato nel 1904.
Martedì 28 novembre un mostruoso attrezzo distrugge le vecchie tribune: un cumulo di mattoni, una enorme nube di polvere che presto si diraderà per dare spazio alla Luce, al Sole, alla tempesta del domani: i nostri cari giovani.
Quei mattoni ammassati e pericolanti scompariranno; sorgerà una imponente struttura in cemento armato che vedrà miracoli sotto il manto di Maria, Madre nostra e dei giovani.
Ave Maria sempre, Ave Maria avanti, Ave Maria sino al Paradiso. 

Condividi su:

Martedì, 05 Settembre 2017

Voghera - Colorundoci

L'oratorio Don Orione di Voghera organizza il 24 settembre prossimo una marcia colorata di sei km, attraverso le strade della città, per festeggiare 50 anni di attività della parrocchia e per raccogliere fondi a favore del Piccolo Cottolengo di Tortona. L'evento "Colorundoci" è una camminata impreziosita dall'utilizzo di polveri colorate (non nocive e ipoallergeniche) appositamente studiate per questo tipo di eventi.

Una delegazione di podisti dell'Atletica Iriense partirà da Pontecurone, paese natale di San Luigi Orione, accompagnando una statua lignea del Santo. La marcia, dopo l'accoglienza del Santo in Viale Kennedy, riprenderà e si concentrerà in diversi luoghi importanti di Voghera, fino all'inizio del percorso Greenway in via Amendola.
Una volta dato il via, gli animatori posizionati lungo il percorso coloreranno tutti i partecipanti fino al traguardo, dove un rinfresco verrà servito a tutti per completare la festa.

Appuntamento il 24 settembre alle ore 14,30!

Per informazioni sull'evento e sulle modalità di iscrizione vai alla Pagina FB Oratorio Don Orione Voghera, cliccando QUI.

Condividi su:

Martedì, 05 Settembre 2017

Marghera - Corri con noi!

La prima edizioni è iniziata nel 2014, per solidarietà a Filippo ed alla sua famiglia nella loro battaglia contro una rara malattia genetica, la CDKL5.

A parlare sono i numeri della quarta edizione: 2000 runner iscritti, 15.000 euro raccolti.

Per comprendere lo spirito che anima gli organizzatori ed i partecipanti vi lasciamo allo loro stesse parole:

"Nel 2014 abbiamo cominciato sperando che la nostra idea fosse buona. Arrivati al 4 anno continuiamo a sperare la stessa cosa. Ma con una consapevolezza in più: che la corsa non è uno sport individuale!

Dal 2014 CREDIAMO (insieme a voi) di poter essere un piccolo aiuto per Filippo e tutti gli altri bambini che in tutta Italia vorrebbero correre al nostro fianco.

Dal 2014 vi CHIEDIAMO di lasciare a casa la pietà e di portare con voi la FEDE che le cose si possono cambiare, già oggi!

Dal 2014 con tutti voi siamo "CORRI CON NOI" e vi chiediamo di amare perché CHI AMA CORRE!

Edizione 2017, magari bagnata ma con lo stesso spirito della prima! Per Filippo e per chi ama correre!"

Visita il sito della corsa, clicca QUI

Condividi su:

Lunedì, 03 Luglio 2017

125 anni di Oratorio!

Oggi, 3 luglio 2017 si commemora il 125° anniversario dell’apertura dell’Oratorio San Luigi di Tortona; era infatti il 3 luglio 1982 quando il giovane Chierico Luigi Orione, con la benedizione del Vescovo Mons. Igino Bandi, apriva nel cortile dell'Episcopio un oratorio festivo per i ragazzi.
Ricordiamo come Don Orione viveva questa ricorrenza:
Oggi è il tre luglio! - Che bella data! Grande data quest’oggi per me, o miei cari! Quanti anni sono passati da quel 3 luglio; ma il ricordo mi stà ancor vivo dinanzi, come fosse ieri. Ero chierico e custode del duomo: Vescovo di Tortona era Mons. Bandi, ancora al principio del suo episcopato. I ragazzi e giovanetti che mi si serravano attorno erano tanti, alcune centinaia: ce n'erano delle elementari, delle tecniche, del ginnasio e un bel gruppo che già lavorava. Non si potevano più tenere: non capivano più nella mia cameretta, là in alto, sul voltone del duomo, l’ultima: non si potevano tenere in cattedrale, perché correvano sù e giù, da tutte le parti, non ci stavano più. […] La Piccola Opera della Divina Provvidenza, nata da quel primo Oratorio festivo, e la primizia di quei ragazzi, già era stata offerta e, direi, consacrata al Signore, ai piedi del Crocifisso che ora sta al santuario, durante la settimana precedente” (03.07.1936).
L’Oratorio San Luigi, e con esso la nostra Famiglia religiosa e laicale, iniziò vicino agli ultimi, agli emarginati. Oggi diremmo vicino a quelli che stanno nelle periferie esistenziali. La ragione era evidente ed è anche attuale: partire dagli ultimi per abbracciare tutti! L’iniziativa, d’altra parte, era impregnata da un vero spirito ecclesiale. Luigi cominciò l’Oratorio San Luigi in piena sintonia col vescovo Monsignor Igino Bandi, desideroso anche lui di far sperimentare la maternità della Chiesa a tutti i giovani della diocesi di Tortona. L’Oratorio fu il segno concreto che il cuore della Chiesa, quando è collocato in mezzo ai più poveri, batte più forte.
Il nostro giovane Fondatore visse anche l’esperienza comune ai giovani: i grandi sogni sono la feconda risposta a processi spirituali intensi, normalmente marcati anche da una fede provata. Con l’ascolto attento e la risposta generosa, l’azione che iniziò dagli ultimi per abbracciare tutti, ha spalancato le porte a una grande famiglia per la Chiesa e per il mondo. Così l’ha scritto il nostro Fondatore:
Cari miei figli, ho voluto, oggi 3 luglio, ricordarvi quel primo Oratorio e quella prima fatica, non solo perché mi aiutiate a dar grazia al Signore, ma perché riflettiate bene che la Piccola nostra Congregazione è nata da un Oratorio Festivo: un Oratorio di giovanetti è stata la pietra angolare della nostra Istituzione. E la SS. Vergine, in momenti, allora, di grande afflizione e di viva persecuzione, maternamente si degnò prendere fin d'allora, sotto il suo manto celeste, non solo l'Oratorio - del quale avevo posta in Sue mani la chiave - , ma tutta la moltitudine, senza fine, dei Figli della Divina Provvidenza che sarebbero venuti poi, di ogni genere e colore” (03.07.1936).
Oggi vogliamo celebrare questa data con gli stessi sentimenti che caratterizzarono quel memorabile 3 luglio del 1892, ascoltando attentamente la voce del Signore che risuona nelle voci dei giovani, specialmente di quelli che non sentono che Dio è vicino a ciascuno di loro. Come realizzare questo? Innanzitutto destinando il nostro tempo per stare in mezzo a loro, ravvivando così l’esperienza che diede origine alla famiglia orionina. E infine rallegrandoci di mantenere vivo con essi lo stesso spirito che animava il giovane Orione.

Condividi su:

Martedì, 23 Maggio 2017

Giovani orionini comunicate!

In occasione della ricorrenza dei 125 anni dell’apertura dell’Oratorio San Luigi di Tortona avvenuta il 3 luglio del 1892 (leggi QUI), la Congregazione insieme a tutta la Famiglia orionina, sta organizzando una serie di attività per festeggiare questo evento.

A tal proposito si è pensato di coinvolgere i giovani che frequentano gli oratori orionini nella realizzazione di alcuni brevi video che saranno pubblicati online sul canale youtube Orione News e Istagram @luigiorione  #orionelive.

TITOLO
“Io, l’oratorio e Don Orione”, potrebbe essere il titolo guida per la realizzazione dei video

AREE TEMATICHE GENERALI
Sono state individuate 3 aree tematiche principali che possono aiutare nella realizzazione dei video
1. Don Orione verso i giovani
2. Comprensione di Don Orione dei giovani
3. Attuazione di Don Orione nei giovani

TEMI SPECIFICI
Nel realizzare i video i soggetti coinvolti, in particolare i giovani, dovranno tener conto:
• Delle esperienze apostoliche, missionarie e di carità
• Delle attività fatte dai giovani per i giovani
• Delle esperienze in atto

SOGGETTI COINVOLTI
• I giovani che frequentano l’oratorio
• Gli animatori
• I religiosi responsabili dell’oratorio


INFORMAZIONI TECNICHE
• I video realizzati dovranno essere della durata massima di 59 secondi.
• I video dovranno pervenire entro il 16 giugno 2017 al seguente indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
• Ci sono programmi gratuiti che consentono di convertire i video in diversi formati (es. Freemake video converter)
• I video possono essere spediti on line attraverso programmi gratuiti che consentono di caricare e spedire file di 2GB – es: wetransfer, sendspace.

Altre informazioni
Il Don Orione oggi dedicherà il numero di luglio/agosto a questo evento. Alcuni dei video realizzati saranno “raccontati” nella rivista e visibili attraverso un QR Code.

Condividi su:

Un'iniziativa particolare all'oratorio di Elbasan: per i bambini che frequentano gratuitamente il dopo scuola è stata realizzata un'attività di sensibilizzazione sull'educazione stradale.
Ogni mese il gruppo del doposcuola segue un approfondimento: stavolta i bambini hanno affrontato l'educazione stradale. I ragazzi si sono preparati realizzando un piccolo spettacolo basato su quanto hanno imparato nel mese.  Hanno imparato a memoria la loro parte da recitare, hanno preparato i cartelloni riguardo all'argomento che dovevano presentare e l'hanno poi rappresentato davanti agli altri ragazzi dell'oratorio.  Invitato d'onore Don Giuseppe, la cui presenza ha valorizzato i risultati del lavoro dei bambini: egli ha poiavuto l'onore di distribuire a ciascuno di loro i lavori fatti durante il periodo ottobre - febbraio (le schede di verifica), da portare a casa a far vedere ai loro genitori. Infine, festa per tutti con una buona merenda e una marmalata da portare a casa.

Condividi su:

Sabato 18 e domenica 19 si sono riuniti a Milano i giovani del MGO. Secondo incontro di un percorso di formazione fatto di tre tappe, per crescere insieme e imparare ad essere educatori, sperimentando prima di tutto sulla propria pelle cosa vuol dire. Per questo, oltre ad un momento iniziale con la presenza di Don Fernando Fornerdo, consigliere generale, i nostri giovani hanno lavorato e fatto esperienze concrete di cosa significa collaborare e unire le forze, per poi dedicarsi anche alla preparazione del grande evento del 2 aprile, una festa per celebrare i 125 anni del primo oratorio di Don Orione (Per leggere il messaggio del Padre Generale Don Tarcisio clicca QUI). Erano presenti i due Consiglieri Don Maurizio Macchi e Don Leonardo Verrilli e poi Don Alessandro e Francesca della Parrocchia di Milano, Irene da Tortona, Francesca da Pavia, Carmelo da Torino, Lorenzo da Marghera, Don Graziano e Tiziano da Roma Ognissanti.

Condividi su:

Pagina 1 di 3

Cerca nel sito DOI

VII Convegno Apostolico

convegno apostolico 6

#seguilastella

Los desamparados

Pubblicazione periodica di informazione scientifica Anno 2 / Numero 3