"Dobbiamo seminare Cristo nel mondo."
Don Orione

Cerca nel sito DOI

VII Convegno Apostolico

convegno apostolico 6

#seguilastella

Los desamparados

Pubblicazione periodica di informazione scientifica Anno 2 / Numero 3

Lunedì, 14 Maggio 2018

Reggio Calabria - Un cuore di fiori sulla statua di San Luigi Orione

Ieri, domenica 13 maggio, i vigili del fuoco deposto con l'autoscala una composizione floreale a forma di cuore sulla statua di San Luigi Orione in cima alla palazzina della casa di riposo del Don Orione di Reggio Calabria. Domenica speciale, la giornata ha avuto inizio con l'arrivo dei bambini della prima comunione accompagnati dai genitori in Santuario. I bambini si sono accostati per la prima volta al sacramento dell'Eucarestia. La gioia di ricevere Gesù è troppo grande per loro, e lo si poteva leggere nei loro occhi un po' lucidi per l'emozione così come per i loro genitori.   Prima di concludere la celebrazione, il parroco Don Graziano, ha detto loro che le emozioni non sono finite, ed ha invitato tutti fuori nel cortile per una sorpresa.
Arrivati in cortile tutti aspettano di conoscere la sorpresa e mentre Don Graziano parla al microfono si sente da lontano il suono di una sirena. Ed ecco la sorpresa, l'autoscala dei vigili del fuoco entra nel cortile antistante il Santuario, posizionandosi sotto l'edificio dove si trova la statua di San Luigi Orione. È tutto pronto, il parroco consegna il cuore di fiori che da lì a poco verrà posto sulla statua dai Vigili del Fuoco, già pronti con il loro mezzo e la scala aerea.
Momento emozionante, tutti col naso in su ad ammirare il vigile che è salito sulla scala sempre più in alto per raggiungere la statua di San Luigi Orione e deporre tra le sue braccia il cuore floreale, simbolo della devozione, dell’affetto e dell’affidamento del popolo reggino.
Uno scrosciante applauso ha accompagnato questo momento molto emozionante che ha visto tutti i gruppi parrocchiali impegnati per la realizzazione del programma dei festeggiamenti in onore di San Luigi Orione che, proseguiranno fino alla giornata conclusiva del 16 maggio. Un 16 maggio che sorprenderà ancora tutti i devoti del nostro fondatore a cui la città di Reggio Calabria è molto legata e che non ha mai dimenticato l'amore e l'aiuto che Don Orione diede nel periodo del terribile terremoto del 1908 che sconvolse la città.

Condividi su:

Cerca nel sito DOI

VII Convegno Apostolico

convegno apostolico 6

#seguilastella

Los desamparados

Pubblicazione periodica di informazione scientifica Anno 2 / Numero 3