"Ogni catena che toglie la libertà dei figli di Dio si deve spezzare."
Don Orione

Cerca nel sito DOI

#seguilastella

Cristiani uniti

Los desamparados

Giornata mondiale del Migrante e Rifugiato 2018

Pubblicazione periodica di informazione scientifica Anno 2 / Numero 3

Giovedì, 16 Novembre 2017

Montebello della Battaglia - Convegno Ammnistrativo Economico Internazionale

Si apre oggi, a Villa Lomellini a Montebello della Battaglia (PV), il convegno ammnistrativo economico internazionale promosso dall'Opera Don Orione dal 16 al 18 novembre 2017 che quest'anno ha come tema "Dio nostra gioia e nostra speranza. Seminare con larghezza per raccogliere in abbondanza".
Durante la tre giorni verranno affrontati temi quali: strategie ed esperienze di fundraising, gestione ed amministrazione delle opere complesse ed esperienze di accoglienza.
Saranno circa in 60 tra religiosi e laici a prendere parte a questo importante appuntamento della famiglia orionina.
I lavori saranno coordinati da Don Fulvio Ferrari, economo generale dell'Opera Don Orione. Previsti gli interventi, tra gli altri, di Don Tarcisio Vieira, superiore generale dell'Opera Don Orione, di Padre Giulio Albanese, direttore delle riviste Pontificie Opere Missionarie-Missio Italia, del prof. Marco Grumo, docente della Facoltà di Economia dell'Università Cattolica del Sacro Cuore, del dott. Luigi Ranieri, commercialista e consulente del lavoro e di Don Jorge Torti, neo-presidente della Fondazione Don Orione.
"L'aspetto amministrativo – spiega Don Fulvio Ferrari, economo generale dell'Opera Don Orione - è molto importante per la Congregazione, perché senza risorse non si va da nessuna parte. Anche il Vangelo, senza la parte economica sarebbe monco. Quante volte Gesù interviene sul tema della ricchezza e della povertà. Per il mantenimento della Comunità vi erano delle persone che mettevano a disposizione i loro beni. Il Vangelo ci ricorda che tutta l'attività economica è volta all'annuncio della Buona Novella, della Parola di salvezza".
"Non siamo chiamati – aggiunge Don Ferrari – ad essere strenui difensori di ciò che possediamo, ma testimoni del Vangelo capaci, attraverso le opere, di rendere più facile l'apprendimento dell'insegnamento di Gesù. È solo tenendo presente questa missione che le nostre opere vanno difese, tutelate, migliorate. Se l'opera non dovesse più essere profetica il nostro impegno sarebbe vano".
"Per questi motivi – conclude Don Ferrari – il nostro convegno offre la possibilità ai presenti di conoscersi, di apprendere cose nuove, di partecipare le proprie esperienze.  È come attraversare gli stands di una fiera dove i prodotti in vendita sono le soluzioni nuove che ci vengono offerte. Dove si può anche con soddisfazione commentare che ciò che si sta facendo ha ancora tutta la sua validità".

QUI il programma del Convegno.

Condividi su:

Cerca nel sito DOI

#seguilastella

Cristiani uniti

Los desamparados

Giornata mondiale del Migrante e Rifugiato 2018

Pubblicazione periodica di informazione scientifica Anno 2 / Numero 3