"Dobbiamo piantare Gesù Cristo nella nostra vita; e rivivendo Lui in noi, trapiantarlo poi negli altri."
Don Orione

Cerca nel sito DOI

VII Convegno Apostolico

convegno apostolico 6

#seguilastella

Los desamparados

Pubblicazione periodica di informazione scientifica Anno 2 / Numero 3

Prima tappa di avvicinamento per Teo verso la Coppa Europa che si terrà in Rep. Ceca a maggio.
A Cassino ieri, 26 marzo, si sono svolti i Campionati Italiani della 20km per le categorie Assolute. Ebbene, Teo ha ricevuto una bella iniezione di fiducia da un 8° posto con un soddisfacente 1h25'22" che è la miglior gara di esordio per lui da sempre. Un buon viatico stante alcune difficoltà legate al post-olimpiade.
Emozionato Teo anche dalla maglia del Don Orione che ha inteso scommettere su di lui per veicolare il messaggio della cultura della diversità.

Condividi su:

Quest'anno alla Festa del Villaggio un gruppetto di ragazzi servendo ai tavoli con simpatia ed entusiasmo hanno allietato il pranzo degli ospiti e delle loro famiglie... ma... Chi sono!?! Sono una ventina di giovani tra i 15 e i 18 anni che, da tre anni, si riuniscono due volte alla settimana, nel campetto "old style" in terra battuta di Camaldoli. Grazie all'impegno di Massimo, Marco e Walter, tre educatori della vicina Parrocchia di N.S. degli Angeli di Genova, e con la collaborazione del Villaggio della Carità, il vecchio campetto si è trasformato in uno spazio accogliente di amicizia, divertimento, confronto, rispetto reciproco per i giovani del quartiere e non (vengono ragazzi anche dai quartieri vicini), e la passione per lo sport si è resa veicolo trainante per avvicinare i ragazzi alla realtà del Piccolo Cottolengo di Don Orione. Insomma un piccolo oratorio! Scopo principale è giocare a calcio, come negli anni 80, quando ci si incontrava in piazzetta o all'oratorio, e bastava un pallone e tanto entusiasmo, per diventare campioni. L'incontro, in genere, ha inizio con una preghiera e un breve momento di confronto, mirato a “far venire a galla” problematiche individuali o di gruppo venutesi a creare sia dentro che fuori dal campo e poi... via a scaricarsi correndo dietro il pallone!!! Le regole da rispettare sono poche ma basilari: niente offese ai compagni, non si alzano le mani, si limitano i termini volgari (teniamo presente che sono ragazzi che vivono quotidianamente la strada). Tali gesti, se commessi, provocano allontanamento dal gioco, ma non dal campo, visto che il fine ultimo è quello di migliorarsi non solo sportivamente, ma soprattutto nell'atteggiamento e nell'animo. Così si cerca a fine partita di ragionare e di appianare eventuali arrabbiature attraverso il colloquio ed il confronto. Il prossimo passo di questo cammino è l'avvicinare i ragazzi agli Ospiti del Villaggio, non solo in occasioni speciali, ma anche nel condividere momenti di quotidianità, come una merenda prima dell'allenamento e creare, col tempo, un rapporto di familiarità e di “amicizia”.

 

Condividi su:

Si è tenuta a Roma l’Assemblea Generale Ordinaria Elettiva della FISDIR (Federazione Italiana Deficit Intellettivo Relazionale), organismo previsto dal Comitato Paralimpico (C.I.P.).
Sono stati eletti il Presidente Federale, il Consiglio Federale in rappresentanza delle società e dei tecnici e il Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti.
Alla Presidenza Federale confermato anche per il prossimo quadriennio il candidato unico Marco Borzacchini. Entra a far parte del nuovo consiglio federale Francesco Ambrosio, delegato dal Centro "Don Orione" di Ercolano, infatti raccogliendo circa 350 voti da parte dei dirigenti di tutta Italia è giunto terzo tra gli 11 candidati e porterà in Consiglio le istanze del volontariato sportivo orionino, tentando di far condividere le strategie operative proprie del “nostro” Ente.
Per Francesco è un incarico impegnativo che intende svolgere in termini di "servizio" ad un mondo che sta, faticosamente, guadagnando terreno in termini di dignità e credibilità.
Vanno a Francesco i migliori auguri di "buon lavoro".

Condividi su:

Giovedì, 26 Gennaio 2017

Seregno - La squadra locale al PCDO

Direttamente dallo Stadio Ferruccio, dopo aver terminato gli allenamenti, un gruppo di calciatori della squadra locale Seregno Calcio 1913, guidati da capitan Cusaro ha fatto visita agli ospiti del Piccolo Cottolengo di Don Orione di Seregno.
L’occasione è stata quella di portare a tutti i residenti dell’istituto orionino gli auguri di buon anno e per consegnare un’offerta alla comunità religiosa.
Intrattenuti dagli educatori e dagli animatori i ragazzi del Seregno hanno ringraziato per l’accoglienza ed hanno distribuito ai presenti palloni, maglie, tute, gagliardetti e si sono prestati per innumerevoli foto scattate con gli ospiti dell’istituto. Inoltre si sono simpaticamente messi a disposizione per tirare 4 calci ad un pallone con alcuni ragazzi residenti appassionatissimi di calcio.
Promotore dell’iniziativa un caro amico del Piccolo Cottolengo, Giuseppe De Nova già protagonista di diverse iniziative benefiche a favore dell’istituto di Via Verdi.
L’incontro si è poi concluso con una grande foto di gruppo e con lo scambio ufficiale degli auguri, i residenti del Piccolo Cottolengo hanno augurato a questi atleti di poter vivere un anno pieno di soddifazioni e chissà di rivederli domani come stelle di grandi squadre.

Condividi su:

Mercoledì, 12 Ottobre 2016

Genova - Camaldoli e il progetto Stadio

Con l'attuale campionato di calcio 2016/17, il "progetto stadio" al Don Orione di Camaldoli compie l'undicesimo anno di attività.
Quante partite, alcune memorabili altre meno, ma quanta gioia nel condividerle.  Ma non solo allo stadio a Genova, ricordiamo ancora con piacere alcune partite fuori porta con il Genoa in serie B.
Quanti dei "ragazzi” in questi anni hanno partecipato.  Alcuni ci hanno lasciato, ma ci piace pensarli sempre insieme a noi, ad ogni partita, che dalla cima delle torri che sovrastano il campo tifano e gioiscono ad un goal.
Il Progetto stadio, ha dato ai ragazzi di Camaldoli la possibilità di mischiarsi alla folla e dalla stessa sentirsi accolti, tutti uguali senza nessun pregiudizio e/o discriminazione. Nella zona dove si sistemano, distinti lato nord, sono affascinati dal tifo della Gradinata Nord. Le bandiere, i canti, ognuno di "loro" interagisce: chi sorride, chi ride, chi alza la sciarpa, chi solamente guardando. Finita la partita inizia già l'attesa per quella successiva.  Così, ritornati a casa, fioccano le domande, quando giocano? A che ora? Di domenica? Ci andiamo vero?   Quando i giorni dell'attesa sono finiti, si riprendono le sciarpe e si sale nuovamente sul pulmino per rituffarsi insieme ad altre ventimila e più persone a cantare gridare ad agitare le sciarpe e le bandiere in una bolgia di colori rossoblu.
Come ogni progetto impegnativo, anche questo ha bisogno di molti attori. Infiniti grazie a tutti gli accompagnatori che negli anni si sono resi disponibili, alla società Genoa CFC 1893 e a ACG (Associazione Club Genoani).
Infine, se dal 2008 ad oggi il Progetto Stadio ha potuto esistere lo deve a due persone meravigliose: Lorenzo Maura, Riccardo Grossi e Rita Maffei di Un Cuore Grande Così (U.C.G.C.) a cui va un ringraziamento particolare, un abbraccio ed un ringraziamento di cuore a tutti coloro che li sostengono.

Condividi su:

Il Villaggio della Carità di Genova Camaldoli, domenica 4 settembre 2016, sarà luogo di arrivo di una scalata podistica sulle alture della città della lanterna, in memoria del campione Andrea Bifulco.

Andrea vanta una carriera ventennale di atleta e maratoneta semiprofessionistico, ha segnato tempi personali di altissimo livello: 3’56” sui 1.500 metri (nel 2001), 8’09” sui 3.000 (1999), 14’19” sui 5.000 (2001), 30’06” sui 10.000 (1999), 1h08’04” sulla Mezza (2006), 2h25’26” sulla Maratona (2006).

La gara podistica è alla sua prima edizione e non è competitiva, scarica QUI la brochure.

Condividi su:

Venerdì, 01 Luglio 2016

I 4 Moschettieri del Don Orione

Conclusi i Campionati Italiani di Atletica leggera agonistica Fisdir per la disabilità intellettiva tenutisi ad Ancona.
Ben 4 titoli per i 4 atleti dell'ASCO. I portacolori del Don Orione hanno strappato un titolo assoluto per ciascuno:
- Wanda Pacelli stravince i km.3 di marcia abbassando di ben 3 minuti il record italiano che già deteneva. 17'33" per la giovane caprese;
- Antonio Di Mauro stravince i mt.800 con una prestazione cronometrica molto positiva: 2'11"
- Giulia Cataldo lascia a mt.10 la più immediata avversaria nei mt.400: 1'15"
- Mirko Lamberti vince la gara dei mt.110 con ostacoli, gara tecnicamente molto ostica.

Insomma ancora una volta la società orionina mostra i muscoli in campo italiano, società ormai di vertice nel panorama italiano.

E non finisce qui, a fine luglio Ciro Crispino è stato convocato dalla Nazionale di calcio per i primi "Trisome Games" (le Olimpiadi per la sindrome di Down) che si terranno a Firenze. Ne avevamo parlato QUI.

Condividi su:

Dopo il progetto realizzato in tutte le scuole della penisola Sorrentina (2012-2013) e dopo il progetto dedicato alle scuole di Ercolano (2014-2015) anche quest'anno il Don Orione si rivolge ai giovani e giovanissimi per diffondere cultura entrando nelle scuole Torresi.

Grande FESTA e grandi EMOZIONI vere all' evento conclusivo del progetto sport realizzato dal Don Orione di Ercolano in collaborazione con la scuola Media "Sasso " e l'Istituto Superiore" E. Pantaleo " di Torre Del Greco, con il contributo del Comitato Italiano Paraolimpico.
Ottimi i risultati raggiunti con un coinvolgimento attivo di tutti gli alunni che hanno preso parte al progetto, i loro insegnanti ed i familiari.
Un grazie speciale ai volontari del Servizio Civile del Don Orione che hanno reso possibile tutto ciò. Alla manifestazione era presente il Vice Campione del Mondo inas Antonio Di Mauro, dell'associazione sportiva & culturale orionina che ha premiato i partecipanti.
Promessa: la sfida continua!!!

Condividi su:

Questa mattina presso il Centro “Mater Dei” si sono radunati un bel gruppo di ciclisti amatoriali per la classica “due ruote per due campanili” da Tortona a Seregno giunta alla sua 37° edizione. I corridori accompagnati da Don Graziano De Col rettore del Santuario “Santa Maria Ausiliatrice” di Seregno si sono recati in Santuario per una preghiera ed un omaggio floreale alla Madonna della Guardia ed a San Luigi Orione. Il rettore della Madonna della Guardi di Tortona, Don Renzo Vanoi, nel prendere la parola ha espresso con grande gioia ed affetto, infinita riconoscenza per questo appuntamento bello, importante e fecondo per la nostra Congregazione che segna una tradizione che non deve perdersi nel tempo, ma continuare con le nuove generazioni. Dopo i riti ufficiali di scambio di doni e la consegna della serigrafia al rettore Don Vanoi, alla direttrice del Centro “Mater Dei” dott.ssa Francesca Boveri ed alle autorità costituite in Tortona, i corridori hanno ricevuto la benedizione e si sono avviati verso Pontecurone per poi raggiungere Seregno accompagnati dal canto e dal suono dell’organo di Don Serafino Tosatto che come ogni anno omaggia questi suoi amici essendo stato rettore al Santuario di Seregno.
Lode a Maria Ausiliatrice ed alla Santa Vergine della Guardia perché le campane dei rispettivi Santuari suonino ogni anno questa bella e dolce melodia di comunione fraterna.

Condividi su:

Teo Caporaso ha conquistato l'accesso alle prossime olimpiadi conquistando un meritatissimo 5 posto alla gara mondiale di 50 km marcia disputata sabato 7 maggio 2016 in Roma.
L'Italia si è aggiudicata la medaglia d'oro a squadre, la tappa è stata vinta dal connazionale Alex Schwazer.
Teo si allena duramente con i suoi amici paralimpici del Don Orione, che hanno seguito l'impresa con il fiato sospeso fino ad esplodere tutta la loro gioia per il traguardo raggiunto.
Caporaso allenato dal collaboratore del centro Don Orione di Ercolano, Diego Perez, è seguito presso il laboratorio di valutazione funzionale del centro.

Auguri Teo tutto il mondo orionino seguirà le tue gesta. Un pezzetto del mondo orionino sarà alle olimpiadi per sorreggerti e spingerti verso un traguardo importante.

teocaporaso

Condividi su:

Pagina 4 di 5

Cerca nel sito DOI

VII Convegno Apostolico

convegno apostolico 6

#seguilastella

Los desamparados

Pubblicazione periodica di informazione scientifica Anno 2 / Numero 3