"Amate i giovani come fratelli vostri, prendetevi cura della loro salute, della loro istruzione e di ogni loro bene."
Don Orione

Cerca nel sito DOI

#seguilastella

Los desamparados

Giornata mondiale del Migrante e Rifugiato 2018

Pubblicazione periodica di informazione scientifica Anno 2 / Numero 3

Giovedì, 06 Ottobre 2016

Seregno - Il timone sono Io

Venerdì 14 ottobre 2016 dalle ore 8.30 alle ore 17.00 presso la Sala Mons. Gandini a Seregno in Via XXIV Maggio avrà luogo il Convegno dal titolo “Il timone sono Io” nei panni di chi abita: le nuove regole del gioco.
Il Convegno intende mettere in luce quanto i percorsi sulla Qualità della Vita e la realizzazione dei Progetti di Vita, nati da interviste dirette ed etero dirette, siano una garanzia di tutela e  
rispetto per le persone accolte in strutture residenziali e semi residenziali.
Scarica QUI il programma.

Condividi su:

Venerdì, 16 Settembre 2016

Testamento Solidale

“Sia fatta la mia volontà”. Una formula che richiama subito alla mente le disposizioni testamentarie del de cuius. Ma quanti sanno che al momento del trapasso, oltre a pensare ai propri cari, si può decidere di fare beneficenza? A questa e ad altre domande hanno tentato di rispondere due indagini presentate il 13 settembre presso la Sala Regina della Camera dei Deputati a Roma, nell’ambito del convegno “Testamento solidale. Una tradizione che guarda al futuro”. L’evento, svolto in concomitanza con la IV Giornata internazionale del lascito solidale, è stato organizzato dal Comitato Testamento Solidale.

Obiettivo del Comitato (a cui aderiscono 16 organizzazioni no profit) è quello di favorire la cultura della solidarietà testamentaria nel nostro Paese. Dietro il lascito solidale è possibile conseguire diversi risultati: aiutare la ricerca scientifica contro le malattie rare o genetiche; garantire cibo, istruzione ai bambini in difficoltà; assistere le persone con disabilità nell’integrazione sul territorio; fornire servizi socio-sanitari appropriati.

Pur con numeri ancora bassi, gli italiani sono più attenti al lascito solidale. Le percentuali si aggirano sul 14%, di cui il 3% ha già provveduto e l’11% intende fare un lascito ad associazioni. Il 27% delle persone (o delle coppie) senza figli è orientata a lasciare il proprio patrimonio a fini benefici al momento del testamento.  
Occorre valorizzare la cultura della condivisione delle responsabilità, per pensare non solo all’oggi ma per progettare per il futuro. Il suggerimento è quello lavorare con le nuove generazioni a partire dalle scuole, per diffondere la cultura della condivisione e del dono. Naturalmente è utile promuovere tra i donatori stessi la conoscenza dei lasciti.

Quello che emerge dal convegno è l’importanza del legato solidale nel Welfare del futuro. Basti pensare che il Terzo Settore oggi ha un giro di affari di 64 miliardi di euro l’anno (pari al 3,4 % dell’economia italiana). E’ innegabile che la funzione del no profit nell’assistenza sociale sia notevole, con 225mila addetti (ossia 1/3 del totale). Senza il Terzo Settore, il Welfare nazionale non potrebbe garantire livelli di prestazioni accettabili. Ed i lasciti testamentari ad istituzioni di beneficenza sostengono in modo considerevole questo realtà. Tuttavia il percorso da fare è ancora impervio. Per fare in modo che l’Italia raggiunga i numeri degli altri Paesi Ue, occorre agire a livello culturale sulla popolazione, con campagne apposite, eventi informativi ed attività educative fra i più giovani.

Clicca QUI per leggere e scaricare l'articolo completo.

Condividi su:

Venerdì 20 maggio 2016 presso la Sala Vivaldi - Exposanità presso la Fiera di Bologna si svolgerà l'evento dal titolo: "Il Bilancio di Missione e il Bilancio Sociale: strumento di trasparenza e responsabilità sociale."

Interverranno il Dr. Pasquale Chiarelli - Responsabile Controllo di Gestione Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza, il Dr. Andrea Trenta - Responsabile Contabilità e Controllo, Fondazione Poliambulanza di Brescia ed il Prof. Davide Gandini - Segretario Generale del PCDO di Genova, scrittore e docente di diritto.

Il Bilancio di Missione, quello Sociale, quello Certificato sono essenzialmente un’operazione di verità su di noi e sulla nostra attività e lo si rende non per adempiere ad un obbligo di legge, ma per un dovere di trasparenza e di responsabilità sociale, che attiene alla nostra etica istituzionale. In questo modo si racconta come viene utilizzato il denaro pubblico e quello frutto delle donazioni e si testimonia l’impegno e l’efficienza di un sistema complesso che garantisce un equilibrio di bilancio assicurando servizi di cura e livelli occupazionali. In questo workshop si cercherà di spiegare con i casi concreti menzionati nel titolo le criticità e le modalità del percorso per realizzarlo correttamente e in modo efficace.

Clicca QUI per il programma dell'evento

Clicca QUI per registrarti e participare (gratuitamente)

Condividi su:

Venerdì, 22 Aprile 2016

V Convegno Apostolico: conclusioni

Si è concluso oggi 22 aprile il V Convegno Apostolico.
La mattina è trascorsa velocemente con la verifica degli otto workshop svoltisi il pomeriggio del 21 aprile. Luigi Cotichella, educanimatore professionale, ha tracciato un percorso comune come un filo rosso che ha attraversato i momenti comuni di lavoro di gruppo degli otto diversi workshop, non sono mancati momenti di verifica, di confronto e di dialogo tra la parte laica e religiosa dei convegnisti.

I 3 consiglieri, Don Maurizio Macchi, Don Felice Bruno e Don Leonardo Verrilli hanno concluso con il loro intervento il V Convegno Apostolico, sentendosi parte integrante di tutti i presenti e invitando gli stessi a edificare il proprio essere "Orionini" quotidianamente e sfruttando eventi come il Convegno Apostolico.

La Celebrazione Eucaristica e l'agape fraterna hanno preceduto il momento dei saluti, con l'appuntamento al 2017 per il VI Convegno Apostolico.

Condividi su:

Seconda giornata di Convegno quella di oggi, giovedì 21 aprile 2016.
La giornata si è svolta interamente a Montebello della Battaglia presso il Centro di Spiritualità Don Orione, Villa Lomellini.

Ritmi serrati per un programma che ha visto i partecipanti impegnati in quattro interessanti interventi nella mattinata e nei workshop pomeridiani; dopo le lodi mattutine Don Virginio Colmegna ha aperto la giornata parlando della carità e di come viverla, data la sua esperienza presso la Fondazione Casa della Carità a Milano. Fabio Toso ed Fabio Comunello hanno rispettivamente parlato delle proprie esperienze in Civitas Vitae per la coesione sociale e in Conca D'Oro per l'integrazione e la condivisione. Prima di pranzo l'intervento di Anna Billi e Maurizio Risso disabili del PCDO di Genova hanno, con l'aiuto di altri 3 interventi proiettati, raccontato la loro vita e ciò che li ha portati a vivere felicemente in un Cottolengo.

Otto workshop sono stati avviati nel pomeriggio, dalla "Qualità di Vita Anziani/Disabili" alla "Comunicazione", dal "Territorio" al "Cohousing", dal "Volontariato" al "Fundraising", un'ampia gamma di scelta per tutti i partecipanti, per poter condividere le proprie esperienze e confrontarsi.
La Celebrazione Eucaristica ha poi concluso la giornato portando tutti al momento della cena.

Condividi su:

Il 20 aprile, alle ore 9.00, presso l’Aula Magna dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, si terrà il convegno scientifico dal titolo “Le parole chiave per un nuovo Welfare”, organizzato dall’Opera Don Orione in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore. L’iniziativa intende mettere in luce le possibili “direttrici di sviluppo” del nuovo sistema di Welfare, in tempo di profonda crisi degli assetti tradizionali dei servizi sociali e sociosanitari. Meno cura e più prevenzione, meno riabilitazione e più inclusione, meno istituzionalizzazione e più coabitazione, meno terapia e più lavoro sono solo alcune delle chiavi di lettura utili ad immaginare le future strategie di sviluppo.


Il Convegno intende portare un contributo qualificato a questa riflessione, valorizzando la riflessione e le pratiche dell’Opera don Orione in questo campo, filtrata attraverso il lavoro di ricerca svolto nell’ambito dell’Università Cattolica, e non solo. Interverranno il Prof. Luigi Pati, Preside della Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Cattolica, Don Aurelio Fusi, Direttore provinciale della Provincia Religiosa Madre della Divina Provvidenza, il Prof. Roberto Franchini, Responsabile dell’Area Strategica della Provincia Religiosa Madre della Divina Provvidenza, la Prof.ssa Lucia Boccacin, Professore Ordinario di Sociologia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e il Dott. Johnny Dotti, autore di autorevoli saggi sul Welfare generativo, pedagogista ed imprenditore sociale.


La partecipazione all’evento è aperta e gratuita.
Per informazioni e programma clicca QUI

Condividi su:

A conclusione del 75° Anniversario del “dies natalis” di San Luigi Orione, a Tortona e Pontecurone si terranno celebrazioni e convegni per commemorare questa importante data per la Famiglia orionina nei giorni di venerdì 11, sabato 12 e domenica 13 marzo.
Sono confluite varie iniziative: l’incontro annuale del Movimento Laicale Orionino a Tortona, il Patto di Amicizia tra Tortona, Pontecurone e Zdunska Wola, il Convegno di studio “La carità, ricostituente sociale”, un momento di memoria storico-artistica in onore della Delegazione Polacca di Zdunska Wola “Perosi e Orione: note e notizie della musica e della carità”

Sono tutte iniziative per ricordare San Luigi Orione, e la sua storia di bene, scritta a Tortona ed estesa oggi in molte nazioni del mondo", ha commentato Don Flavio Peloso, superiore generale degli Orionini. "La prospettiva unificante degli eventi, a 75 anni dalla morte del Santo tortonese, è quella di indicare la pratica della carità come fattore e dinamismo di civiltà e di progresso, avendo presenti gli attuali elementi di crisi culturale, sociale ed economica. Solo la carità salverà il mondo: è questa la convinzione vissuta e trasmessa da San Luigi Orione per la costruzione di una buona società e di un vero sviluppo umano integrale”.

Pubblichiamo QUI la locandina degli eventi.

Condividi su:

Pubblichiamo la lettera d'invito al V Convegno Apostolico, scritta dal Direttore Provinciale della Provincia Religiosa Madre della Divina Provvidenza, Don Aurelio Fusi.

 Cari Confratelli,
          pace dal Signore!

Il Segretariato per le Opere di Carità della Provincia Religiosa Madre della Divina Provvidenza sta organizzando il V Convegno Apostolico rivolto agli operatori sociali e sociosanitari delle Case di Don Orione.

Condividi su:

Domenica 7 febbraio 2016, presso il Centro Don Orione di Bergamo, si è tenuto il Convegno “L’arte del volontariato”.
L’evento è stato interamente organizzato dall’A.V.O. (Associazione di Volontariato), alla presenza di Don Ugo Dei Cas, direttore del Centro, della dottoressa Maria Carolina Marchesi, Assessore alle politiche sociali del comune di Bergamo, della dottoressa Roberta Cattaneo, responsabile dell’ufficio infermieristico del Centro Don Orione e della signora Rosa Restifa, attuale presidente dell’AVO di Bergamo.
Nel convegno si è parlato del ruolo del volontario a fianco dei malati e, in particolare, a fianco degli anziani ospiti del Centro. Attualmente sono presenti nella struttura 40 volontari AVO inseriti nei vari reparti che stanno vicino agli ospiti ascoltandoli, dandogli la mano e anche accompagnandoli nel trapasso.
Al termine del Convegno, Don Ugo ha celebrato la S. Messa, proponendo un brano del Vangelo e sottolineando come Dio si serva degli uomini per portare a termine i propri compiti, senza mai fare da solo, cercando sempre dei collaboratori.
Alla Messa è seguito il pranzo con tutti i Volontari: un momento di convivialità, socializzazione e famiglia tra tutti i partecipanti.

Condividi su:

“Icona Svelata, I Santi Arcangeli Michele e Gabriele” questo il tema della mostra e del convegno curato da Lucia Lojacono e Don Vittorio Quaranta. Evento che ha visto la presenza di due illustri relatori, Don Paolo Clerici, Responsabile Centro studi Opera don Orione e padre Daniele Castrizio, docente dell’Università di Messina.

Condividi su:

Pagina 4 di 7

Cerca nel sito DOI

#seguilastella

Los desamparados

Giornata mondiale del Migrante e Rifugiato 2018

Pubblicazione periodica di informazione scientifica Anno 2 / Numero 3