"Ogni catena che toglie la libertà dei figli di Dio si deve spezzare."
Don Orione

Anche quest’anno, presso Villa San Biagio, si è svolto il triduo in preparazione alla festa in onore di San Biagio vescovo e martire.
Tanta devozione ha portato numerosissimi fedeli, amici, ex allievi e benefattori, a partecipare alle celebrazioni in programma nella chiesa dedicata al santo.
I fedeli hanno potuto ricevere, per intercessione di San Biagio, la tradizionale benedizione della gola, il panino benedetto ed una candela, monito per ogni cristiano ad essere sempre desto, luminoso e portatore di luce e calore.
Facciamoci santi con San  Biagio e San Luigi Orione.

Condividi su:

Ecco finalmente avverarsi il sogno tanto atteso: Il giorno 31 gennaio, festa di S. Giovanni Bosco, presso l’Istituto Mons. Gentili, in Fano, viene posta la prima pietra del cantiere di lavoro per la realizzazione delle nuove strutture sportive dell’Immacolata e S. Luigi Orione.
Per l’occasione il vicario diocesano per la pastorale, Don Marco Presciutti benedice il luogo.
Presenti i religiosi della comunità, i sacerdoti della diocesi, le autorità civili e militari, amici, collaboratori, dipendenti, benefattori, alunni e insegnanti col preside.
Il nuovo centro sportivo, dotato di sala ricreativa, campetto in erba sintetica, docce, bagni e spogliatoi, sarà un luogo di riferimento per i giovani, famiglie che vorranno trascorrere del tempo libero impiegato nell’allenare il corpo e lo spirito, secondo il carisma del nostro santo Fondatore.
Che la Vergine Immacolata e San Luigi Orione proteggano e guidino questo polo di aggregazione significativo per l’intera città di Fano.

Condividi su:

Il giorno 26 gennaio alle ore 16, presso l’Istituto Tecnico Industriale Don Orione in Fano, si è riunita l’assemblea dei soci ENDO-FAP Don Orione di Fano con a capo il presidente Don Walter Groppello.
L’ordine del giorno verteva sull’approvazione del bilancio annuale, sull’elezione del presidente, del vice, del nuovo consiglio direttivo locale e sul presidente e membri della commissione revisioni conti. Lo Spirito Santo e San Luigi Orione hanno condotto il delicato lavoro ed illuminato le menti.
Riconfermato il presidente dell’ente Don Walter Groppello, il vice presidente prof Roberto Giorgi.
Eletto il nuovo consigliere, Don Rosario Belli, insegnante ed animatore spirituale presso le scuole Don Orione in Fano.
A Don Rosario e a tutti auguriamo tanto entusiasmo, invocando, per intercessione di San Luigi Orione, copiose benedizioni.

Condividi su:

Anche quest’anno l’importante appuntamento con l’iniziativa “Studente per un giorno”, promossa dalle scuole ITI e CFP s. Luigi Orione di Fano.
Novanta ragazzi, provenienti dalle scuole medie di Fano, si sono cimentati, per un’intera mattinata, nei vari percorsi formativi offerti dalle nostre scuole.
L’Istituto Professionale offre tre percorsi formativi: Indirizzo Meccanico-Auto, indirizzo Elettrico-Informatico, Indirizzo Metalmeccanico.
L’Istituto Tecnico, offre due percorsi formativi: specializzazione in Automazione meccanica, Meccatronica ed Energia, Informatica e Telecomunicazioni.
Obiettivo dei corsi è promuovere una figura professionale capace di inserirsi in realtà produttive molto differenziate e caratterizzate da rapida evoluzione, sia dal punto di vista tecnologico, sia da quello dell’organizzazione del lavoro.
S. Luigi Orione custodisca i sogni dei nostri cari ragazzi.

Condividi su:

Avvento 2017: “attesa”, tempo prezioso da non perdere
Sono iniziati, anche quest’anno, i tanto attesi e piacevoli ritiri di Avvento in preparazione al Natale.
Luogo di ritrovo è come sempre l’Oratorio, dove prima di tutto è la Preghiera a colorare l’atmosfera giornaliera.
A guidare gli alunni è Don Steven Carboni, responsabile della Pastorale Giovanile diocesana.
Don Steven, con tanta paternità e serenità, aiuta i ragazzi a comprendere il prezioso tempo dell’Attesa, vissuto quotidianamente e riempito da occasioni importanti che danno più senso alla vita, resa ancora più bella da Gesù Bambino che viene.
A Don Steven i più sentiti ringraziamenti per la sua disponibilità e apertura verso la splendida “Cittadella” della Carità in Fano.
Agli alunni diciamo GRAZIE perché contribuiscono a far sorridere sempre chi ha investito su di loro: S Luigi Orione e chi in loro si compiace ogni giorno: Il Signore della Gioia.
Ave Maria e Avanti, sempre, fino in Paradiso.

Condividi su:

“Oggi è il 3 luglio! Che bella data! Grande data quest’oggi per me, o miei cari! Quanti anni sono passati da quel 3 luglio; ma il ricordo mi sta ancor vivo dinanzi, come fosse ieri. Ero chierico e custode del duomo. I ragazzi e i giovinetti che mi si serravano attorno erano tanti, alcune centinaia: ce n’erano delle elementari, delle tecniche, del ginnasio, e un bel gruppo che già lavorava. Non si potevano più tenere: non capivano più nelle mie cameretta, là in alto, sul voltone del duomo, l’ultima: non si potevano tenere in Cattedrale, perché correvano su e giù da tutte le parti, non ci stavano più…!”.
Così scriveva e scrive tutt’ora per noi il folle di Dio, San Luigi Orione, infocato d’amore e Carità, costantemente disposto a dare tutto per il bene e l’educazione dei ragazzi.
Nel cuore e nella mente di Don Orione c’eravamo anche noi: finalmente anche a Fano, presso lo storico Istituto mons. Gentili, risorgerà il bellissimo Oratorio dedicato alla vergine Immacolata. Sarà un luogo di sana aggregazione, un laboratorio di talenti, una scuola di preghiera gioiosa secondo lo stile del nostro fondatore a cui, nel 1934, viene affidata l’opera già avviata da Mons. Gentili e da Don Masetti, padre del primo ricreatorio dell’Immacolata fondato nel 1904.
Martedì 28 novembre un mostruoso attrezzo distrugge le vecchie tribune: un cumulo di mattoni, una enorme nube di polvere che presto si diraderà per dare spazio alla Luce, al Sole, alla tempesta del domani: i nostri cari giovani.
Quei mattoni ammassati e pericolanti scompariranno; sorgerà una imponente struttura in cemento armato che vedrà miracoli sotto il manto di Maria, Madre nostra e dei giovani.
Ave Maria sempre, Ave Maria avanti, Ave Maria sino al Paradiso. 

Condividi su:

Le opportunità di lavoro direttamente sul proprio cellulare. Il nuovo strumento che lo permette è Occasio, una applicazione gratuita nata da un progetto della Provincia di Pesaro Urbino e dell’Ufficio scolastico provinciale. Pensata per i giovani dai 15 ai 29 anni, Occasio è gratuitamente scari-cabile sul proprio smarphone e offre informazioni su formazione, opportunità di lavoro, orientamento, stage, alternanza scuola lavoro, servizio civile ed eventi utili ai giovani e al proprio futuro.
La vera forza dello strumento è nella sinergia scaturita tra le realtà che l’hanno realizzata: enti e associazioni che hanno collaborato alla sua realizzazione ma che soprattutto collaboreranno per riempirla di contenuti e opportunità.
Elaborata dagli studenti
«Con la volontà di dare risposta alle esigenze dei giovani nel difficile mondo del lavoro - spiega il presidente della Provincia Daniele Tagliolini - abbiamo sviluppato il progetto insieme a realtà del territorio ma soprattutto anche grazie all’aiuto dei giovani stessi che sono così direttamente coinvolti nel progetto».
L’applicazione è stata realizzata dalla società cooperativa Opera e dagli studenti maturandi dell’Istituto tecnico industriale Don Orione di Fano, con la supervisione dei tecnici informatici di Urkin srl, in collaborazione con la rete degli Informagiovani, gli istituti scolastici superiori e realtà come Centri per l’impiego, Europe Direct Marche e l’associazione Vicolocorto.
Non solo, a creare il logo dell’applicazione (un cerchio rosso circondato da tre semicerchi di colore giallo, verde e blu di efficace impatto) è stata una studentessa del liceo artistico Mengaroni di Pesaro, Alessia Maltoni, che fa parte della Consulta provinciale degli studenti.
«È stata un’esperienza affascinante lavorare alla creazione del logo e all’applicazione - ha spiegato Tommaso Bailetti della Consulta - una vera e propria esperienza sul campo dove abbiamo potu-to mettere in pratica ciò che si impara a scuola potendo così realizzare anche qualcosa che serva al nostro futuro».
Scopo dell’applicazione è rendere le informazioni su formazione e lavoro più dinamiche e subito disponibili, concentrando in un unico strumento tutti gli avvisi e le novità provenienti dai soggetti che operano nel settore. Le aree tematiche sono sette: lavoro, formazione, orientamento, scuola, estero, associazionismo e tempo libero. «L’applicazione vuole rispondere alle esigenze e alle tante difficoltà che i giovani affrontano oggi nel cercare e trovare lavoro - interviene Mario Rosati rappresentante di Opera - ed è stata creata attraverso un lavoro di confronto tra diverse realtà proprio per fornire un servizio che risponda al meglio a queste necessità». Sono stati una decina gli studenti del Don Orione che hanno lavorato all’applicazione ai quali si devono aggiungere gli oltre quaranta giovani della Consulta degli studenti.
Le informazioni e le news con le quali l’app sarà costantemente aggiornata verranno fornite dalle scuole, dai centri per l’impiego, dagli Informagiovani e da realtà come Europe Direct Marche e Vicolocorto. La app è scaricabile gratuitamente su App Store e Google Play Store a partire da ieri (per trovarla basta digitare Occasio Pesaro ndr) e alla stessa è affiancato il sito internet www.occasio.it
Lo slogan è “Occasio un’app da non perdere” pensata per quei giovani che cercano lavoro, formazione stage, mobilità all’estero, alternanza scuola lavoro, servizio civile, eventi e tante altre opportunità per il suo futuro.
Destinata ai giovani è scaricabile gratuitamente.

QUI l'articolo "cartaceo"

Condividi su:

Sabato, 01 Luglio 2017

Fano - #lastranascuola

Proprio così, la scuola orionina che vogliamo è strana, fuori dall'ordinario, come strano è stato definito Don Orione dallo scrittore Silone.
I formatori dei CFP Endofap hanno concluso giovedì la loro tre giorni di formazione con una strada ben delineata davanti: a settembre inizierà un monitoraggio dei Centri per fotografare come sono e come funzionano, dal punto di vista educativo, didattico, organizzativo e tecnologico-strumentale, che guiderà il cammino di rinnovamento avviato.
I lavori di gruppo, guidati da Tommaso Foppa Pedretti, hanno fatto emergere una solida identità dei centri, tutti radicati e consapevoli della loro chiamata ad accogliere "gli ultimi", quei ragazzi che insuccessi o scelte non calibrate hanno fatto sentire ultimi, che nei CFP orionini possono invece scoprire di essere perle.
Ecco in cosa è strana la nostra scuola: accoglie e non giudica, stimola il talento e non appiattisce, ascolta e non chiede solo obbedienza, chiede ai ragazzi di essere protagonisti della loro vita, non semplici spettatori.

Condividi su:

Mercoledì, 28 Giugno 2017

Fano - Per un CFP alla testa dei tempi

Ieri è iniziato a Fano il corso residenziale per insegnanti, coordinatori e direttori delle sedi Endofap, le nostre scuole professionali.
Dopo la prima esperienza lo scorso anno, si ripete questo momento di incontro e riflessione con adesioni dai centri di Mestre, Genova, Fano, Borgonovo Val Tidone e Paternò.
Il titolo del corso, che è anche quello dell'articolo, esprime il senso di questa iniziativa: la formazione professionale sta affrontando un momento di cambiamento, che talvolta può spaventare perché richiede uno sforzo di adattamento e di rinnovamento. Tutto ciò non può scoraggiare chi opera nello spirito di Don Orione, che insegna a cogliere i segni dei tempi ed a stare "in testa", non in coda, ovvero ad essere pronti a rispondere ai bisogni del momento storico attuale.
Il tasso di disoccupazione giovanile altissimo in Italia è il bisogno a cui devono rispondere ora i nostri CFP.
Ecco allora il richiamo di Don Gianni Giarolo alla riscoperta del carisma e del metodo educativo di Don Orione, come modello dell'operare dei formatori, riletto attraverso le parole di Ignazio Silone nel racconto "Incontro con uno strano prete".
Dario Nicoli, docente dell'Università Cattolica e consulente di Confap, ha presentato il progetto di Confap sul sistema duale: i nostri CFP sono già intrinsecamente duali, perché hanno come mission la crescita integrale della persona, professionale e umana, e il lavoro. Il duale non è banalmente alternare teoria e pratica, ma è un modello organizzativo e pedagogico, un'occasione di riformare la struttura interna del CFP per renderlo più flessibile e rispondente ai bisogni di oggi.
Nella giornata di oggi, riprende la riflessione sui modelli organizzativi Dario Nicoli, seguito da Alessandro Infanti che racconterà l'esperienza inclusiva del CFP CIVIFOMRM di Cividale del Friuli. Nel pomeriggio i partecipanti lavoreranno, guidati da Tommaso Foppa Pedretti, per delineare insieme le vie di questo cambiamento.

Condividi su:

Sabato, 01 Aprile 2017

Fano - Festa di San Biagio

A Fano, nel 40.mo anniversario di “Casa di Spiritualità”, Villa S. Biagio propone MINI-RITIRI SPIRITUALI in ascolto di Personaggi Biblici e di Papa Francesco.

APRILE 2017  
1-2: Curare piante e animali. Più dei bambini…? - GIONA                 
8-9: Il dolore degli innocenti…Perché ? - IL SERVO DI DIO                   
15-16: Gesù, quando siamo tristi, Tu dove sei? - EMMAUS  

Per info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.sanbiagiofano.it

17 PRIMAVERA DELLO SPIRITO A VILLA S. BIAGIO APRILE 2017 001

Condividi su:

Pagina 1 di 3