"Sia la nostra una vita di orazione, di temperanza, di lavoro, tutta consacrata ad amare e servire Gesù Cristo nei poveri."
Don Orione

Cerca nel sito DOI

VII Convegno Apostolico

convegno apostolico 6

#seguilastella

Los desamparados

Pubblicazione periodica di informazione scientifica Anno 2 / Numero 3

AGENAS, ente pubblico non economico nazionale, con compiti di supporto tecnico e operativo alle politiche di governo dei servizi sanitari di Stato e Regioni (attraverso attività di ricerca, monitoraggio, valutazione, formazione e innovazione) ha pubblicato un documento contenente nuove indicazioni alle Regioni per adeguare le proprie regole sull’accreditamento ai nuovi requisiti nazionali e alle più avanzate esperienze europee.
A fornire queste indicazioni è l’Agenas, che ha pubblicato un documento dal titolo: ”Proposta di modello per l’accreditamento istituzionale delle strutture di assistenza territoriale extra-ospedaliera”, che riguarda direttamente il settore in cui operano molte case di don Orione.
Il documento intende essere di supporto alle Regioni nella revisione e aggiornamento dei sistemi di accreditamento, come previsto dall'Intesa Stato Regioni del 20 dicembre 2012, e nei tempi scanditi dalla successiva Intesa del 19 febbraio 2015, cioè recependo i contenuti dell’Accordo del 2012 entro il 31 ottobre 2015.
Il modello di accreditamento proposto è caratterizzato da questi elementi

        • centralità dei pazienti
        • leadership- responsabilità e impegno a fornire cure eccellenti e migliorare la qualità
        • tendere costantemente al miglioramento dell’assistenza
        • individuazione e utilizzo degli outcome per valutare la qualità
        • confronto con altre organizzazioni per poi applicarne le buone pratiche.

Per scaricare il documento clicca QUI

Condividi su:

Mercoledì, 02 Settembre 2015

UN TEMPO DI GRAZIA

"Signore, come i discepoli siamo saliti sul monte Tabor un po' scettici, ma ora è giunto il momento di scendere e tornare a casa. Per qualcuno di noi questa esperienza certamente ha lasciato il segno, altri continueranno ad essere scettici.
Nonostante tutto, questa sera volevamo dirti il nostro GRAZIE perché a contatto con i ragazzi abbiamo scoperto i nostri limiti, le nostre povertà, le nostre insufficienze, ma anche le nostre doti, le nostre qualità e quelle capacità più nascoste che neppure noi conoscevamo.
Aiutaci a camminare sulla strada del servizio che abbiamo intrapreso, consapevoli che chi si mette al servizio dei fratelli serve Dio".
Così hanno pregato alla fine della Santa Messa i volontari di Ponte Crepaldo (Eraclea–VE), che dal 23 al 29 agosto hanno vissuto il loro campo di servizio/lavoro presso il Centro Don Orione di Chirignago.

Condividi su:

Terzo giorno della Novena ricco di celebrazioni, nella memoria di Maria Regina. Nel pomeriggio alle ore 18 presso il cortile del Centro “Mater Dei” è stata celebrata la Santa Messa per i malati con l’amministrazione del sacramento degli infermi presieduta da don Marco Daniele, assistente dell’ OFTAL di Tortona.

Condividi su:

Lunedì, 03 Agosto 2015

La carità non va in vacanza

«I poveri sono aumentati con questo caldo» e «ogni giorno, nelle docce costruite sotto il Colonnato di San Pietro, circa 140 senzatetto chiedono di lavarsi».

Condividi su:

Martedì, 28 Luglio 2015

Gli Spartani dal Papa

Curiosa delegazione quella che si introdurrà di soppiatto in Vaticano il 31 luglio. Con intenzioni tutt’altro che malintenzionate, nonostante la provenienza lo possa far pensare. Perché gli ospiti del Papa arrivano da un penitenziario della periferia di Buenos Aires, nella località di San Martín, piagato di villas miserias e violenza.

Condividi su:

Già dall’aprile 2011 la Provincia Religiosa Madre della Divina Provvidenza ha messo a disposizione per l’Emergenza Nord Africa una struttura adiacente all’Istituto dei Camaldoli, per l’accoglienza di 15 migranti provenienti dalla Tunisia e dalla Libia.

Condividi su:

Martedì, 21 Luglio 2015

Il fenomeno dei Migranti

Di fronte al fenomeno oramai di proporzioni “bibliche” delle migrazioni, la nostra responsabilità cristiana e orionina ci chiede di analizzare quanto sta accadendo, e, laddove possibile, di organizzare l’accoglienza e il sostegno a percorsi di inclusione e lavoro.


E’ quello che sta già accadendo in qualche nostra casa. Naturalmente il lavoro è il cuore di veri percorsi di accoglienza: senza di esso, si rischia la deriva di un pericoloso assistenzialismo. Come trasformare i nostri progetti da pura ospitalità a progetti di inclusione? Per approfondire, si possono leggere i due rapporti del Ministero del Lavoro (clicca QUI per il V Rapporto sui migranti nel mercato del lavoro) e di ANCI/Cittalia (clicca QUI per il XII Rapporto sui Minori Stranieri Non Accompagnati)

Condividi su:

Un coordinamento di 80 volontari di varie associazioni stringe un patto con la Prefettura per aiutare nell'accoglienza ogni volta che una nave di salvataggio giunge in porto con centinaia di profughi. "Non ci sostituiamo a nessuno, puntiamo a dare sollievo e dignità a chi arriva: le autorità l'hanno capito e grazie al nostro esempio ci dicono di lavorare meglio, superando i pregiudizi",

Condividi su:

Un interessante articolo di Avvenire, porta alla ribalta il delicato tema della manodopera agricola estiva, tempo di raccolti e contratti stagionali. Questi lavoratori sono oggi tra i “poveri più poveri”, a rischio sfruttamento e gravi discriminazioni.

Condividi su:

Martedì, 21 Aprile 2015

Un pensiero per gli immigrati

Alla luce degli ultimi fatti esposti dai “media” sulle tragedie che avvengono in mare ormai quotidianamente di gente che fugge dal proprio paese in cerca di pace, di lavoro, di una vita migliore, anche il Don Orione di Seregno vuole dare il suo contributo ospitando, oramai da tempo, diversi profughi provenienti da diverse parti del Mondo. Abbiamo chiesto al Direttore Don Graziano De Col un pensiero in merito a quanto sta accadendo.

Condividi su:

Pagina 15 di 16

Cerca nel sito DOI

VII Convegno Apostolico

convegno apostolico 6

#seguilastella

Los desamparados

Pubblicazione periodica di informazione scientifica Anno 2 / Numero 3