"Servire Cristo nei poveri più abbandonati e reietti."
Don Orione

Cerca nel sito DOI

#seguilastella

Los desamparados

Giornata mondiale del Migrante e Rifugiato 2018

Pubblicazione periodica di informazione scientifica Anno 2 / Numero 3

Venerdì, 02 Giugno 2017

Milano - Nutrianima

Il Piccolo Cottolengo Don Orione di Milano è stato capofila dello studio NUTRIANIMA “L’assistenza NUTRIzionale agli ANzianI: uno studio Multicentrico con metodi misti nelle residenze sanitarie Assistenziali. La ricerca, ha coinvolto 29 RSA, di cui 21 RSA di Milano e 8 nella provincia di Brescia, previa autorizzazione dei comitati Etici delle rispettive province. I risultati preliminari dello studio sono stati presentati durante il Convegno che si è tenuto il 19 maggio 2017, presso il Teatro di Milano Via Fezzan 11.

Condividi su:

Venerdì, 26 Maggio 2017

Genova - Festa San Luigi Orione

In un clima di famiglia, di festa e di gratitudine si è celebrata al Paverano di Genova la festa di San Luigi Orione. La Messa delle ore 10 è stata presieduta dal Vescovo Ausiliario di Genova mons. Nicolò Anselmi, hanno concelebrato con lui i confratelli della comunità orionina genovese. Nel pomeriggio, nel teatro Von Pauer, il gruppo teatrale “Arca di Noè 2.0” (composto dalle ragazze di alcuni reparti, dai bambini delle scuole elementari “Solari” e da alcuni Ospiti del Centro Clinico della Casa Circondariale di Marassi) ha presentato l’Incontro-Spettacolo “Fili nel vento”, apprezzato e applaudito da tutti i presenti (Ospiti e Familiari).

Condividi su:

Venerdì, 26 Maggio 2017

Seregno - Triduo San Luigi Orione

I 4 AMORI DI SAN LUIGI ORIONE

Forse non tutti sanno che Don Orione era un "innamorato" di GESU', di MARIA, del PAPA e della ANIME! Questi "4" amori sono stati rivissuti nel triduo in preparazione alla festa liturgica del fondatore (16 maggio).
Che cosa è successo? Il giorno tredici, per sottolineare l'amore di Don Orione alla Madonna, si è svolta una processione con i flambeaux per le "vie" del parco della Casa di Seregno portando la Madonna di Fatima: vi hanno partecipato circa trecento persone. È stato recitato il S. Rosario tanto raccomandato dalla Madonna non solo ai tre pastorelli ma a tutti! È stato un memento molto bello!

FESTA SAN LUIGI ORIONE

Il giorno della Festa (16 maggio) ha avuto come momento centrale la celebrazione della Santa Messa, nel salone dell'Istituto, alla presenza degli ospiti e dei dipendenti del Piccolo Cottolengo, in un clima di famiglia! La celebrazione è stata allietata dai canti eseguiti dai "ragazzi". Vi chiederete ancora come si vive al Cottolengo: nella gioia! Così voleva il Santo della carità, l'innamorato della vita, dal "cuore senza confini". Non poteva poi mancare il "botto" finale: il tradizionale rinfresco per confermare che "è bello stare insieme" nel nome di S. Luigi Orione.

Condividi su:

Il giorno sabato 29 aprile 2017, presso l’Istituto Don Orione di Avezzano, si è svolta la Festa dei Compleanni degli ospiti dell’Istituto.
Come di consueto nell’occasione si sono festeggiate le persone che hanno compiuto gli anni nel mese di aprile.
Hanno contribuito all’ ottima riuscita della festa i dipendenti dell’Istituto (Assistenti ricreativi ed operatori sanitari) con la fattiva collaborazione dei volontari del MOV Marsica (tra i quali i musicisti Dario e Claudia che da anni onorano i ragazzi della loro presenza).                        
Nel corso della Festa i festeggiati hanno spento le numerose candeline poste sopra le bellissime torte portate dai loro cari.  

Condividi su:

Giovedì, 04 Maggio 2017

Seregno - Gita all'Exotica

Un pomeriggio molto allegro all’Exotica, tra coniglietti, tartarughe, gattini, pappagalli, gufi, serpenti e molte altre specie di animali!
Presente un super gruppo di 37 amanti della natura tra ragazzi, nonni, volontari e operatori.
Un ringraziamento agli organizzatori dell’evento che hanno accolto con passione i ragazzi ed un altro grazie al banchetto del gelato per lo sconto "simpatia", ma soprattutto un abbraccio e un grazie di cuore ai volontari sempre pronti e disponibili!

Condividi su:

Giovedì 13 aprile il Don Orione di Fumo ha avuto il piacere di ospitare un piccolo gruppo di bambini del vicino asilo nido “La Coccinella” che, accompagnati da due educatrici ed alcuni loro nonni, hanno voluto portare gli auguri di Buona Pasqua agli ospiti della struttura. I sette piccoli rappresentavano il gruppo dei “grandi” dell’asilo, di età compresa tra i 2 anni e mezzo e 3, e sono quelli che il prossimo anno lasceranno il nido e inizieranno la scuola materna.
Già il loro arrivo ha suscitato emozione e allegria tra gli ospiti, che sempre gioiscono nel vedere i bimbi, anch’essi un po’ imbarazzati e intimiditi. Dopo una breve presentazione, le educatrici hanno spiegato che la loro visita voleva portare a tutti gioia e amore in previsione soprattutto della vicina Pasqua; con impegno i piccoli si sono cimentati allora in un movimentato “girotondo dell’amore”, il tutto accompagnato da una bella filastrocca a tema. Una delle educatrici, poi, ha recitato una poesia e i piccoli con tanto di strumenti alla mano, hanno improvvisato una chiassosa performance musicale che ha fatto sorridere a applaudire tutti!
Con orgoglio, poi, i piccoli hanno voluto donare a tutti i presenti un lavoretto fatto da loro con l’aiuto delle insegnanti: alle signore un fiore di carta con l’impronta della loro mano a ricordare i petali; ai signori un simpatico coniglietto fatto con un cucchiaio di plastica. Gli ospiti, invece, hanno regalato ai bimbi alcuni disegni di auguri colorati da loro, da poter appendere all’asilo.  
Dato che alcuni ospiti non hanno potuto partecipare per motivi principalmente di salute, i piccoli hanno voluto fare un giro di saluti nelle stanze e portare il loro regalino anche agli allettati, rallegrando e commuovendo gli operatori e gli accompagnatori.
Dopo una breve pausa ristoratrice a base di ovetti di cioccolato, i bimbi hanno ringraziato e salutato tutti con la promessa di ritornare ancora presto per portare di nuovo una ventata di freschezza e di gioia che agli ospiti, spesso, è più salutare di qualunque altra medicina!

Condividi su:

Domenica, 23 Aprile 2017

Come sta la nostra salute?

Da pochi giorni è disponibile il Rapporto Osservasalute 2016, che fornisce annualmente i risultati del check-up della devolution in sanità, corredando dati e indicatori con un’analisi critica sullo stato di salute degli italiani e sulla qualità dell’assistenza sanitaria a livello regionale. Molti sono i dati interessanti per comprendere lo stato del nostro welfare: siamo un popolo di malati cronici, sempre più vecchi, diminuiscono le nascite e aumentano i decessi, rimane alte il consumo di psicofarmaci ed il numero di suicidi, la prevenzione segna ormai il passo. Per approfondire i temi si può scaricare QUI il rapporto completo.

Condividi su:

Nel parcheggio adiacente al Santuario di Fumo alle ore 15.00 di domenica 2 aprile s’intravede un gruppo di uomini con due comuni denominatori: il sorriso ed una maglia rossa, presso il Pensionato don Orione arrivano gli Alpini. C’è chi arriva trafelato, chi appesantito da un pranzo goliardico e chi con un collarino al collo. Tutti presenti, solo il maestro assente per un piccolo problema di salute, ma maestosamente sostituito da un altro simpaticissimo cantore che dirige il gruppo. Un ragazzo con la fisarmonica che accompagna timido ma sereno, tutti loro. Sale la scala del Pensionato una macchia rossa, il cuore grande del Coro Amici della Montagna di Casteggio.
I nonni sono pronti, già accomodati nel refettorio comune del pian terreno, in attesa di un’emozione che già si sente nell’aria.
Dopo le prove che si effettuano nella palestra, gli alpini si dispongono ad anfiteatro per armonizzare le voci. Il maestro ascolta le prime voci e nel silenzio d’inizio parte l’Ave Maria di Bepi de Marzi. I volti dei nonni si rilassano e restano in rigoroso silenzio, con gli sguardi attenti e partecipi. C’è chi come Antonio ha il cappello d’alpino sul girello, emozionato e leggero, ed il caro Giusto che canta insieme a loro con la sua aurea austera. Un momento di pensiero leggero… che regalo ai cari nonni!!  
Il testamento del capitano regala un’emozione forte dove la patria, il battaglione, l’amore, la famiglia e le montagne diventano valori centrali della vita di un uomo che combatte tutta la sua vita da condottiero. L’amore per la sposa, la giardiniera Adelaide che è desiderata e pura come la rosa del suo giardino.
I canti sinceri e schietti che traducono la vita dura di chi ha combattuto una guerra, che altro non è che la vita, regalo per i nonni che sono i contenitori dei ricordi, delle battaglie e dove i loro occhi sono solo specchio di saggezza e di lealtà. Gli applausi spontanei che concludono questi canti di passione, perché altro non sono. Un canto dedicato ai cari nonni non è un canto all’etere ma ha il profumo di magia.
I nonni applaudono, ridono e c’è chi vorrebbe ballare al suono della fisarmonica che come esibizione finale accenna a Marina. Grazie Amici, avete regalato un momento spensierato ai nonni che avrebbero voluto cantare con voi e diventare di nuovo giovani e combattenti, esempi ormai oggi dimenticati ma testimonianza di luce per chi sa Vedere.

Condividi su:

Con grande entusiasmo una delegazione del Piccolo Cottolengo Milanese formata da 15 ospiti e 10 accompagnatori ha deciso di andare ad accogliere Papa Francesco in visita a Milano lo scorso 25 marzo, prendendo parte alla S. Messa celebrata nel Parco di Monza.
La giornata è stata molto intensa e la scelta di parteciparvi è stata coraggiosa, ma ogni fatica è stata ripagata dalla gioia e dalle emozioni raccontate dagli sguardi degli ospiti nei momenti più significativi dell’evento.
Le voci festose dell’immensa folla all’arrivo del Papa, il suo grande carisma, la solennità dei canti, la lunga processione fino all’altare e le parole toccanti della sua omelia sull’Annunciazione a Maria hanno contribuito a rendere questa giornata santa e ricca di un profondo significato spirituale.

Condividi su:

Come ogni mese ad Avezzano presso l’stituto Don Orione si festeggiano i compleanni dai nonni nati nel mese. A marzo l’appuntamento è stato mercoledì 22.
Alle ore 16:30 infatti, presso la sala mensa dell’Istituto, si sono festeggiati i compleanni di: Asci Roberto, Costantini Marco, Leonetti Giovannina, Lolli Domenica, Quaglieri Nello, Salustri Rosa, Ursitti Palma.
I volontari (M.O.V.), dipendenti, parenti e i ragazzi del Servizio Civile, hanno animato la festa con canti, balli, risate e….naturalmente, dolci e torte squisite.
I nonnini, come di consueto, si sono divertiti tanto ed hanno rivissuto con gioia insieme ai loro cari questi momenti belli e spensierati.

Condividi su:

Pagina 7 di 14

Cerca nel sito DOI

#seguilastella

Los desamparados

Giornata mondiale del Migrante e Rifugiato 2018

Pubblicazione periodica di informazione scientifica Anno 2 / Numero 3