"Tutta la nostra vita sia un cantico d’amore a Dio e al prossimo."
Don Orione

Cerca nel sito DOI

#seguilastella

Los desamparados

Giornata mondiale del Migrante e Rifugiato 2018

Pubblicazione periodica di informazione scientifica Anno 2 / Numero 3

Mercoledì, 12 Luglio 2017

Seregno - Gelatai per una sera

Grazie al Sig. Giambiasi Mariolino ed a " Lo Chef del Corso - gastronomia - take away", che hanno donato al Don Orione di Seregno delle gustose vaschette di gelato e delle confezioni di ghiaccioli, giovedì sera nel centro di Seregno, gli ospiti, insieme alle educatrici, animatrici e volontari, si sono trasformati in gelatai! Le offerte ricavate contribuiranno a realizzare il progetto Estate!!! Grazie a tutti!!!

Condividi su:

Un pomeriggio diverso dal solito: così possiamo descrivere quello di giovedi 29 giugno presso il Don Orione di Fumo. Con piacere di tutti c’è stata la performance musicale del Sig. Angelo Arnoldi, ben conosciuto dai tutti i presenti, perché per anni è stato il sindaco del comune di Corvino San Quirico, che con la sua fisarmonica ha intrattenuto allegramente ospiti e personale. Angelo ha voluto sottolineare che non è un fisarmonicista, ma uno studente alle prime armi: infatti è allievo della scuola di musica di Mairano di Casteggio da 3 anni e mezzo.
In queste parti la fisarmonica è uno strumento molto conosciuto e apprezzato, infatti gli ospiti sono stati molto contenti di ascoltare qualche bella canzone dei loro tempi suonata da uno strumento così tanto amato. Il signor Angelo ha voluto coinvolgere la platea, chiedendo di distribuire i testi di alcune delle canzoni in programma affinchè tutti potessero cantare. Quella che tra tutte ha maggiormente conquistato gli ospiti, però, è certamente stata “Quel Mazzolin di Fiori”, per la quale non è servito alcun testo dato che tutti conoscevano ogni singola parola! Anche le altre canzoni erano molto conosciute da tutti: ad esempio a “Il Fazzolettino”, “La Montanara”, “Piemontesina”, “Romagna Mia”, “Era una notte che pioveva”, “Ta Pum” e “Sul Cappello”.
Tra queste, Angelo si è esibito da solista interpretando egregiamente un “Valzerino”, una “Sonatina” e il “Tema di Papageno” di Mozart, “Amore mio non piangere” e “La Domenica andando alla Messa”. Ma anche “La Tirolese” e “Sul Ponte di Bassano”.
Il concerto è stato diviso in due parti per permettere al musicista di ricaricare le batterie con una buona fetta di crostata fatta in casa e una bibita rinfrescante! Lo stesso per tutti gli ospiti che così hanno riposato un po’ la voce per poi continuare con le esibizioni!
Insomma un bel pomeriggio di musica e canti ricordando i tempi passati, con gioia ed allegria.

Condividi su:

Lunedì, 10 Luglio 2017

Madagascar - In missione

Pubblichiamo in stile diario di viaggio le notizie che Luca ci ha inviato divise giorno per giorno del suo viaggio in missione.

2 luglio
Ciao a tutti. Domani sera Angela ed io con Alberto e Antonia ed il sig.Olinto da Vicenza (che ha una adozione a distanza da tantissimo tempo) partiremo per il Madagascar dove rimarremo con Don Luigi e Don Jean Clement fino al 17.
4 luglio
Foto: 1. La barriera corallina attorno alle Mauritius 2. L'isola di Saint Denis 3. Si entra in Madagascar 4-5-6 Il territorio del distretto di Namehana 7. L'accoglienza della comunità orionina con i 18 chierici.
Ci hanno presentato il programma dei prossimi giorni che prevede la visita in due giorni di tutti i 16 villaggi e l'incontro con tutti i 120 ragazzi sostenuti a distanza, l'incontro con i bambini-ragazzi che frequentano il Centro per disabili e che sosteniamo a distanza (una cinquantina), una grande festa con tutti i ragazzi che vanno a scuola con le loro insegnanti ed infine venerdì 14 una giornata assieme a tutti gli studenti del liceo che concludono l'anno scolastico. Si comincia domani... alle 8 si parte...  i Bom Bom per tutti i bambini sono pronti... ed anche i fazzoletti. Buona notte
5 luglio
MISSIONI: Qui è inverno ma le temperature sono miti. Il sole si alza presto ma altrettanto presto tramonta (verso le 18). Sveglia presto (alle 6) colazione e poi visita alla Maison de Charitè dove alle 7.30 già arrivano i bambini che frequentano il Centro Diurno per disabili, progettato dal nostro amico Alessio ed inaugurato quasi 5 anni fa. Molto toccante l'incontro con alcuni bambini soprattutto quando Alberto e Antonia hanno incrociato Isaia, il bambino che sostengono a distanza, con la sua mamma. L'emozione è stata grande così come le espressioni di ringraziamento che la mamma di Isaia ha riservato ad Alberto e Antonia.
Intanto i ragazzi che studiano nel Seminario stavano scaricando il camion che aveva portato quintali di riso utili per i pasti per tutto il prossimo anno scolastico per gli oltre 4000 scolari e studenti delle tante scuole dei villaggi
Ci siamo poi messi in viaggio con Padre Jean Clement per visitare i primi 6 villaggi ad est del distretto, dal più vicino Ilafy, che si trova circa 4 km, al più lontano, Antsahakely, che si trova a 17 km dal distretto. In tutti i villaggi c'erano i bambini che seguiamo con le adozioni a distanza che ci stavano aspettando con i loro maestri. Ci siamo fatti una foto con ciascuno di loro che invieremo al rientro alle varie famiglie e a tutti abbiamo dato qualche Bom Bom. Loro ci hanno ricambiati con sorrisi, danze e sguardi curiosi e simpaticissimi.
La povertà è tanta, ma vivono in una isola meravigliosa dove la vista delle loro risaie ti incanta.
Ci sono tantissimi bambini, da perdere gli occhi... e baby sitter che... da noi avrebbero bisogno loro stessi di una baby sitter.
Alla sera visita al meraviglioso parco ed orto del Seminario che ci ospita.
Traduzione del saluto dei bambini di Ilafy: "Quando c'è qualcuno che ci dà cose buone dite grazie tante".
6 luglio
MISSIONI: Dopo essere andati a salutare i ragazzini che frequentano il Centro Diurno per disabili ed esserci riempiti dei loro sorrisi e della loro disarmante spontaneità un breve passaggio nella Cappella della MCP affrescata da un artista della parrocchia. Un capolavoro
Quindi partenza per visitare altri 9 villaggi a nord del distretto ed in ciascuno abbiamo trovato i bambini ad aspettarci e, sempre, una sorpresa: in uno ci hanno accolto con una danza, in un altro con il toccante discorso del responsabile della Parrocchia, in un altro ancora con il dono di alcuni frutti dei loro orti (2 cappucci, le uova, la manioca ed una gallina...), i ringraziamenti dei ragazzi stessi, e infine con una merenda con il loro pane di riso e latte di soia... E bambini piccoli e grandi che prima un po' ci guardavano strani e poi ci avvicinavano, ci prendevano la mano, ci chiamavano per nome, giocavano e ridevano e ballavano con noi.
Una giornata lunga ma meravigliosa... che non ci dimenticheremo mai
Bellissimo, gli incontri con i bambini seguiti da tante famiglie dell'OMG oltre all'incontrare tre ragazze che sono state seguite a distanza per anni ed ora, poco più che ventenni, insegnano nelle scuole. Silvia ci ha chiesto di essere messa in contatto con la famiglia che l'ha sostenuta per anni per poter ora ringraziarla personalmente per quanto ha fatto per lei.

Condividi su:

Sabato, 08 Luglio 2017

Seregno – Gita all’Arkeopark

Gita all'arkeopark di Darfo Boario Terme (Valle Camonica) per gli ospiti della comunità Ponzano 2 del Piccolo Cottolengo di Seregno, che sono stati addirittura nella preistoria: hanno potuto fare un tuffo nel passato e sono stati i protagonisti di vari laboratori archeologici come il tiro con l'arco o l'attraversamento del lago su una zattera.
Per finire questa incredibile giornata non poteva mancare un buon caffè tutti insieme!

Condividi su:

Venerdì, 07 Luglio 2017

Pescara - Campus Don Orione

A Pescara, le attività del Campus estivo Don Orione proseguono.
Nonostante il gran caldo, gli educatori con i ragazzi hanno trascorso piacevoli mattine al mare, fatto grandi tuffi in piscina e passeggiate alla scoperta di nuovi angoli e strutture della città come il ponte nuovo.
Tutto sempre fatto all’insegna del divertimento e dell’amicizia!
Il Campus prosegue fino a settembre, chiedi informazioni allo sportello di accettazione/cassa del Don Orione di Pescara o chiama lo 085 8438031 - dal lunedì al venerdì 8:30-12:30 e 15:30-19:15.

Condividi su:

Venerdì 26 maggio “La Compagnia Del Blasco”  ha letteralmente aperto le danze della tanto attesa festa dedicata a Maria Ausiliatrice. Tante persone hanno preso parte alla fantastica serata: bambini, ragazzi e adulti hanno cantato a squarciagola tutte le canzoni che la band tribute di Vasco Rossi ha suonato.
La giornata di sabato 27 è iniziata con l'arrivo della 38° corsa ciclistica "Due ruote per due campanili". I corridori, partiti dal Santuario Madonna della Guardia di Tortona, dopo aver omaggiato la salma di Don Orione e aver ricevuto la benedizione di Don Sesto Falchetti, hanno raggiunto il PCDO di Seregno passando prima per Pontecurone, paese natale di San Luigi Orione, e attraversando poi la città di Seregno.
Al loro arrivo sono stati accolti dal Direttore della Casa, Don Graziano De Col, dal Sindaco di Seregno, Edoardo Mazza, dall’Assessore dello Sport della città di Seregno, Stefano Casiraghi e dal Responsabile di Struttura, Paolo Favari. Durante il momento della premiazione, presieduta da Marco Tagliabue, è salito sul palco anche il grande Giuseppe De Nova, scultore della città di Seregno, che ha regalato alle autorità presenti e a tutte le squadre premiate una litografia del 100° giro d’Italia.
Il pomeriggio è proseguito con l’apertura dei vari stand: la mostra/vendita di oggetti artigianali realizzati e decorati a mano dai nostri ospiti, il banco di beneficenza, la mostra dei Bersaglieri e lo spazio bimbi.
Dopo cena, la serata ha preso il via con lo spettacolo degli “Altra Generazione”, complesso seregnese che ha suonato le migliori hit degli anni 60.
La corsa Ciclistica “Gran Premio Don Orione” Giuseppe Meroni alla memoria e in ricordo di Dino Vassena organizzata dalla Società SALUS di Seregno, è stata la protagonista di domenica 28: i bambini della Categoria Giovanissimi, suddivisi in categorie, si sono sfidati per le vie di Seregno. Il GPDO è stato inaugurato con la dimostrazione di 6 atleti in HandBike.
Dopo gli atleti di handbike e la premiazione dei piccoli ciclisti, si sono potute ammirare le bellissime ballerine della “New Patty Dance” di Biassono che, con le loro coreografie, hanno regalato momenti emozionanti. E per concludere in bellezza il concerto del gruppo “TZN”, Tribute Band di Tiziano Ferro, che con la sua bravura, i suoi ballerini e i suoi cambi abito, ha regalato uno spettacolo emozionante e pieno di divertimento.
L’ultimo giorno della festa, lunedì 29, si è aperto con la Benedizione delle mamme e dei loro bambini celebrata da Don Graziano De Col. A seguire un fantastico spettacolo di magia e bolle di sapone con “VitaminaeCi”: con la sua bravura e la sua simpatia è riuscito a far ridere grandi e piccini e a lasciare tutti senza parole con il suo spettacolo di bolle di sapone.
La serata si è conclusa con la tradizionale esibizione del corpo musicale S. Cecilia della città di Seregno, l'estrazione dei premi presieduta dal Responsabile di Struttura, Paolo Favari, insieme all’ex sindaco Giacinto Mariani, e dal fantastico spettacolo di fuochi d’artificio che ha chiuso questi stupendi giorni di festa.
A fare da contorno gastronomico a queste splendide serate sono stati la cucina e il bar con i loro deliziosi menu, "Mr. PaiP & The Sicilian Carretting" con il suo buonissimo gelato artigianale, e il Caramellaio con le sue dolcezze di ogni genere.
Un ringraziamento speciale va a tutti i volontari del MOV-TAU e agli “Amici di Don Orione”, che come ogni anno hanno dato un grande aiuto, a tutti i dipendenti e a tutti quelli che hanno reso possibile la realizzazione di questa festa.

Condividi su:

Martedì, 04 Luglio 2017

Seregno - Festival del volo

Voli frenati in mongolfiera, simulatori di volo, aquiloni giganti, droni, elicotteri e alianti, laboratori per bambini, raduno auto storiche, bubble football, speciale annullo filatelico, street food, musica on air, mostre storiche «il Volo» e «Le donne Astronaute». Ecco dove sono stati alcuni degli ospiti del Piccolo Cottolengo Don Orione di Seregno sabato 3 giugno; in programma c'era anche un giro in mongolfiera ma, a causa del forte vento, è stato annullato. Tutto questo però non ha impedito di continuare a divertirsi. Per concludere la giornata, non poteva mancare guardare tutti insieme la finale di champions.

Condividi su:

Lunedì, 03 Luglio 2017

Roma - Festa di San Luigi Orione

16 maggio 2017, intorno a Via della Camilluccia tutto scorre frenetico come un qualsiasi giorno, ma al civico 112, al Centro Don Orione Monte Mario, il tempo ha un profumo e una musica particolare, scandisce un giorno di letizia per tutti coloro che ci passano, ci lavorano ... ci vivono.
Ricorre il 13° anniversario della Canonizzazione di San Luigi Orione e per questa nostra famiglia la festa é dentro e fuori.
Il giorno inizia con il consueto omaggio floreale alla statua del Ns Santo Padre Fondatore posta al centro di quello che oggi diventa sempre di più un punto di riferimento per la comunità che circonda l'Istituto e che rappresenta "semplicemente" il messaggio tanto caro a San Luigi Orione: "Sempre curvo sulle necessità del prossimo". Alla cerimonia erano presenti le varie realtà del Centro: i ragazzi diversamente abili del residenziale e semiresidenziale, i nonni della RSA, una rappresentanza della scuola professionale, della Casa per Ferie, del settore sportivo e della parrocchia.
Ma quest'anno c'è qualcosa di più che è atteso con l'entusiasmo che solo le anime più fragili sanno esprimere con un linguaggio non sempre comprensibile, ma che di certo arriva al cuore di chi li ha accanto ogni giorno.
La Banda della Polizia Municipale di Roma Capitale ha omaggiato, nel pomeriggio, di una sua esibizione che non solo ha spiccato per l'innegabile bravura e bellezza, ma per la sensibilità nello scegliere brani che hanno riacceso negli occhi, nei sorrisi e a volte nelle lacrime degli ospiti della RSA e dei presenti tutti, emozioni di ricordi passati nel tempo ma sempre vivi dentro di loro.
Osservare mani tremanti muoversi con fatica per disegnare la melodia, cantare parti di strofe non ancora dimenticate è stato qualcosa che non ha potuto che coinvolgere tutti i presenti e gli Operatori Orionini ad ogni titolo. Rinvigorire l'entusiasmo e la gioia che caratterizza quella che è la Nostra missione ogni giorno: portare gioia dove vi è dolore e solitudine.
Una musica intensa, come le Bande sanno trasmettere, hanno reso questa Festa Viva come vivo é sempre stato l'entusiasmo di San Luigi Orione!
Doveroso il ringraziamento agli Artisti che hanno partecipato e forte la speranza che la Comunità che gravita intorno al Centro vi entri sempre di più a far parte, scoprendo quanto con poco si può far felice chi soffre e con quanta più ricchezza si riempie la vita.
La giornata di Festa si è poi conclusa con la Celebrazione Eucaristica in Onore di San Luigi Orione presso la parrocchia Santa Maria Mater Dei.
Grazie a tutti coloro che hanno vissuto questa giornata...e grazie a chi vive lo spirito orionino ogni giorno.

Condividi su:

Giornata particolare in Casa Don Orione a Trebaseleghe per molti degli ospiti e per un gruppo di giovani studentesse. Anche quest’anno è stata riproposta la collaborazione tra la struttura ed il Centro di formazione professionale Don Orione Istituto Berna di Mestre (corso di estetiste) con il progetto “Esteticamente”.  
Le allieve di una classe di seconda superiore hanno offerto la loro gioiosa esperienza agli ospiti, coinvolgendoli in un’attività di estetica nei diversi reparti, dedicandosi alla cura delle mani, del viso e al dolce massaggio degli anziani. Una clientela sicuramente insolita, con la quale le alunne oltre all’attività estetica hanno sperimentato anche un’intensa attività di relazione, ascoltandone le storie di vita, le testimonianze e i ricordi, e ricavandone un insegnamento unico ossia quello che la bellezza autentica è quella che matura con il tempo curando e coltivando lo spirito e non solo il corpo.  
Le parole di Madre Teresa di Calcutta ci fanno da faro illuminante su questo tema: “Tieni sempre presente che la pelle fa le rughe, i capelli diventano bianchi, i giorni si trasformano in anni. Però ciò che è importante non cambia; la tua forza e la tua convinzione non hanno età, il tuo spirito è la colla di qualsiasi tela di ragno”.  Con questo progetto le allieve hanno avuto modo di toccare con mano il significato di questa citazione: se da un lato le anziane si sono sentite più “belle”, più “curate” e hanno ricevuto quell’attenzione particolare che le ha “rinverdite”, dal canto loro le ragazze hanno aggiunto al loro bagaglio culturale un’esperienza formativa che le ha arricchite di discernimento, riscoprendo che la bellezza sta proprio nell’interiorità delle persone, fatta di emozioni, sentimenti, sorrisi, sguardi e relazione. Una bellezza che resiste allo scorrere del tempo, che non necessita di ritocchi o plastiche varie, ma che è il frutto di anni di vita, che rende le persone belle e uniche nella loro grazia.
Alcuni commenti delle signore che hanno vissuto questa esperienza le riportiamo qui di seguito:
Non mi sono mai sentita così bella come oggi, queste ragazze mi hanno regalato tanta gioia e mi hanno ricordato i tempi della gioventù. Certo quando ero giovane non potevo permettermi di dedicare tanta attenzione alla cura di me stessa, ma oggi ho vissuto questa esperienza e ne son grata a loro”.
Sono proprio simpatiche queste ragazzine, mi sono divertita un sacco! Il consiglio che mi sento di dare a queste giovani è quello di divertirsi perché la gioventù scappa via velocemente, ma importante è saper sorridere sempre alla vita! Io oggi l’ho fatto con loro e mi sento benissimo, in più mi hanno dipinto le unghie così bene!

Condividi su:

Giovedì, 29 Giugno 2017

Savignano Irpino - Summer Camp 2017

Si è aperta la seconda edizione del Summer Camp for Special Children a Savignano Irpino. Organizzato in partnership con l’Università degli Studi di Napoli “Federico II” – Dipartimento di Scienze mediche traslazionali, l’associazione “Autism Aid”, il Comune di Savignano Irpino e l’Istituto Scolastico “Don Lorenzo Milani”, il progetto propone la realizzazione di un campo estivo a misura di minori con autismo ed altri disturbi del neurosviluppo, integrati da coetanei neurotipici. Dal 26 giugno e fino a metà luglio, per tre settimane si alterneranno circa sessanta ragazzi seguiti da una ventina di operatori impegnati a vari livelli nel vivere una speciale esperienza in comune.
L’obiettivo del progetto è quello di favorire l’inclusione e il rafforzamento delle competenze sociali e relazionali dei ragazzi con autismo ed altri disturbi del neurosviluppo attraverso attività ludiche e sportive condivise con coetanei neurotipici, integrati da in un contesto di riferimento – la comunità di Savignano Irpino – particolarmente favorevole al raggiungimento degli obiettivi prefissati.
In dettaglio, speciale attenzione sarà prestata alle pratiche di autonomia personale, domestica e sociale, affinché il campus possa rappresentare un momento di crescita e di consolidamento delle proprie abilità e competenze. Importante, a tal fine, risulterà, non soltanto il ruolo svolto dagli educatori, dai medici e dagli istruttori sportivi ma anche il costante e produttivo confronto tra pari e coetanei al fine di stimolare le potenzialità e le prospettive di tutti i partecipanti.
L’esperienza replica quella dello scorso anno ed in continuità con il progetto già avviato punta a ricreare un’atmosfera di condivisione ed integrazione tra bambini e ragazzi di età e condizioni differenti, pezzi che uniti insieme offrono la visione stupenda di un’immagine colorata e vivace. Ognuno con la sua diversità contribuisce a formare una tessera di un mosaico di colori che costituisce lo sfondo di un mondo nuovo, un mondo in cui ognuno è parte integrante e indispensabile per la progettazione di un futuro migliore. Quest’anno l’esperienza è ampliata ed estesa ad ancora più bambini: la comunità del posto accoglie e allo stesso tempo offre partecipazione attiva da parte di tutti. È di nuovo un venirsi incontro a metà strada, un unirsi per generare energia viva, che crei benessere nell’ottica di una integrazione reale.

Condividi su:

Pagina 10 di 34

Cerca nel sito DOI

#seguilastella

Los desamparados

Giornata mondiale del Migrante e Rifugiato 2018

Pubblicazione periodica di informazione scientifica Anno 2 / Numero 3