"Oh! Quanto vi raccomando la carità!"
Don Orione

Cerca nel sito DOI

#seguilastella

Los desamparados

Giornata mondiale del Migrante e Rifugiato 2018

Pubblicazione periodica di informazione scientifica Anno 2 / Numero 3

Mercoledì, 06 Settembre 2017

Seregno - In alto i calici!

“In alto i boccali” e “stay tuned” sono stati i motti che hanno caratterizzato gli 11 giorni della 6° edizione dell’Oktoberfest Brianza, i residenti e gli operatori del Piccolo Cottolengo Don Orione di Seregno hanno vissuto con la presenza in un’area dedicata: in questo spazio ospiti, volontari, famigliari e operatori hanno presentato la Casa e i servizi offerti al territorio. Lo stand è stato la vetrina dei lavori artigianali realizzati dagli ospiti durante l’anno nei laboratori artistici di ceramica e mosaico.  A rallegrare le serata dei più piccoli, la presenza anche di uno spazio truccabimbi.Novità di quest’anno la postazione radio che ogni sera, per 45 minuti, ha trasmetto la diretta dell’evento e ha raccontato di come si vive al Don Orione. Special guest di queste prime puntate della PCDO Radio sono stati: il Sindaco di Seregno, Edoardo Mazza, l’assessore allo sport, Stefano Casiraghi, e, ovviamente, gli ospiti.
Durante i pranzi delle domeniche, i “nonni” e i “ragazzi” hanno accettato con piacere l’invito ad aiutare lo staff in cucina e a servire ai tavoli; un gustoso pranzo di ringraziamento a tema bavarese è stato offerto loro dagli organizzatori dell’evento.
È arrivata così, dopo 11 giorni di canti, balli, “mangiate e bevute”, domenica sera e con essa anche la fine di questa edizione: dopo l’estrazione dei biglietti della lotteria, è stato consegnato al Dott. Paolo Favori, Resp. Di Struttura del Don Orione, e a Mauro Brambilla, Presidente dell’Anffas, un assegno gigante dal valore di € 5665,00.
La somma raccolta grazie alla generosità di chi ha acquistato i biglietti della lotteria, verrà utilizzata per la realizzazione di progetti che aiuteranno a migliorare la qualità di vita dei ospiti del Don Orione e degli amici di Anffas.

Se vi siete persi le puntate della PCDORADIO scaricate la app Speaker o andate sul sito www.speaker.com e cercate PCDORadio.

Condividi su:

Ieri per il Piccolo Cottolengo di Don Orione di Seregno è stata una data molto importante, perché si è  celebrata la S. Messa di saluto per Don Severino Didonè che, per effetto delle ultime nomine da parte del Padre Provinciale, è stato destinato al Piccolo Cottolengo di S. Maria la Longa dove ritroverà, con la carica di Direttore, una “vecchia” conoscenza del PCDO di Seregno: Don Luigi Pastrello.
Nel corso delle celebrazione, don Severino, dopo aver affidato la Casa di Seregno alla Madonna, ha parlato della grande carica di carità che nel corso degli anni ha vissuto al PCDO di Seregno. Riprendendo la storia della Casa, Don Severino ripercorre il suo cammino, con una maggiore attenzione agli ultimi 9 anni trascorsi nella nostra città. Un particolare accento, Don Severino lo pone sull’accoglienza ricevuta al PCDO e dice di essersi trovato molto bene e proprio per questa ragione non vorrebbe proprio andare via; ma di fronte all’obbedienza al Padre Provinciale, i Figli della Divina Provvidenza non possono dire di no, quindi da lunedì il servizio di Don Severino ripartirà da S. Maria la Longa, ovvero da quel posto da dove molti anni fa iniziò il suo servizio.
Dopo la celebrazione, Don Giovanni Paioletti, il nuovo vicario della Comunità di Seregno, parla dei tre messaggi che lascia Don Severino: l’obbedienza ai superiori; l’amore per le persone che abitano la casa; la fedeltà della professione religiosa.
Hanno poi preso la parola i rappresentanti dei collaboratori del Piccolo Cottolengo che, dopo aver pronunciato una preghiera di affidamento di Don Severino a Maria, donano al vicario uscente un piccolo pensiero prodotto da tutti gli abitanti della Casa di Seregno.
Dopo la benedizione, un gustoso aperitivo di saluto per tutti.

Condividi su:

Mentre ieri a Venezia si è aperta la 74a Mostra internazionale d'arte cinematografica, anche il Centro Medico Socile di Savignano Irpino può dire di aver partecipato ad un festival cinematografico. Nell'ambito della  serata conclusiva della rassegna cinematografica “Corto e a capo” è stato proiettato fuori concorso il film documentario “L’abilità del cuore” realizzato dal Centro “Don Orione” in occasione del campo estivo organizzato a beneficio di bambini autistici.

La direzione artistica della manifestazione internazionale, dedicata ai cortometraggi che affrontano argomenti di stampo sociale, ha voluto accogliere questo documentario che illustra il progetto di inclusione che ha offerto l’opportunità ai piccoli partecipanti di stare insieme e sviluppare un sistema di relazioni gratificanti in un contesto che tendeva a riconoscere ogni individualità al di là delle differenze di ciascuno.  Per vedere il cortometraggio del centro clicca QUI.

Il progetto del Summer camp for special children non si ferma qui e alcune ipotesi di lavoro per la prossima stagione sono già al vaglio degli organizzatori. Il progetto, oltre ai risultati sui bambini e sulle loro famiglie, ha anche il merito di aver creato una solida rete che ha consentito la fattibilità e sostenibilità del progetto stesso, a partire dai partner istituzionali quali l'Associazione Autism Aid, l'Università Federico II di Napoli, il Comune di Savignano Iripino e l'Istituto Comprensivo Don Milani di Ariano Irpino, per coinvolgere anche realtà economiche che hanno sponsorizzato l’iniziativa partecipando alle spese con un contributo.  In particolare la gratitudine del Centro va alle aziende Daunia Savignano srl, Foggia; Zaffiro Costruzioni srl, Flumeri (AV); Co.Stra. srl, Grottaminarda (AV); Soc. Cooperativa Omnia plus, Villanova del Battista (AV); Ditta Savino Fortunato, Frigento (AV); Helios Tecnologie, Frigento (AV) e Banca di Credito Cooperativo di Flumeri.

Condividi su:

Progettare secondo i Domini di Qualità di Vita può sembrare qualcosa di complesso, di troppo alto o che prevede traguardi difficilmente raggiungibili. Invece, non servono azioni eclatanti o eventi eccezionali. A rendere straordinario l'ordinario basta un po' di normalità. Se il concetto non è chiaro, forse ci aiutano i fatti accaduti a Serengo venerdì 25 agosto: Francesca e Santo sono andati a fare un giro per il centro di Desio. Mentre Francesca si faceva bella dall'estetista Rosi, Santo ha fatto un giretto con sosta al parchetto per una lettura sotto gli alberi e ha ingannato il tempo coccolando il gattino Trilly. In questi pomeriggi di ordinaria normalità c'è lo straordinario lavoro di un équipe multiprofessionale che cerca di rendere ogni progetto di vita un prodotto sartoriale di altissima qualità. Se non siete convitni guardate bene gli occhi dei nostri protagonisti.

 

 

Condividi su:

Il tema della giornata di oggi, ispirato dal tradizionale caffè di Don Orione, è proprio il caffè. Spesso sono le piccole cose che rendono migliore una giornata: tra le tante cose a cui possiamo pensare c'è sicuramente la possibilità di bere un buon caffè. In questi giorni di ripresa dell'attività lavorativa, molti vivranno il momento rituale della pausa caffè. Anche Al Villaggio della Carità di Genova Camaldoli, come in molte altre nostre case, la parola caffè è una parola che conoscono e che ripetono tutti, ma proprio tutti.

Come augurio di una buona ripresa delle attività, vi lasciamo le parole di Roberto, un ospite del Villaggio della Carità, che al caffè ha dedicato un simpatico sonetto, che si legge tutto di un fiato, come bere una tazzina di buon caffè.


Il caffè,

è una bevanda da Re.

rialza il cuore,

pio sacrario dell'Amore !!!!

E' ottimo,

anche per coloro che lavorano a cottimo !!!!

Insomma,

credete, starete peggio se non ne berrete !!!!!


Roberto.

Condividi su:

Ieri sera, nell'ambito della rassegna internazionale di cortometraggi  "Corto e a capo 2017" a Venticano (AV), c'è stata la proiezione d'eccezione del corto realizzato dal Centro Medico Sociale Don Orione di Savignano Irpino.  Il cortometraggio si intitola  "Summer camp for special children - L'abilità del cuore" ed  è il racconto audiovisivo di un'esperienza di socializzazione aperta a tutti i bambini, che abbiamo raccontato in QUESTO ARTICOLO.

L'abilità del cuore: è questa la parola d’ordine del Summer Camp for special children. Per alcuni è stata la prima notte fuori casa, l’ora di sentirsi adulti senza mamma e papà. La mattina in piscina vola via tra giochi e divertimento, le piccole paure vengono dissolte dall’esperienza degli istruttori, nel pomeriggio il laboratorio di cucina riporta alle antiche tradizioni, si impara a fare i Cecatielli, spesso la farina è finita per terra e l’acqua pure, ma non importa! Il risultato più importante? Quello che conta per noi? Nessuno si sente “diverso” e nessuno “normale”.

Negli sguardi dei bambini, nei gesti di operatori, familiari e volontari emerge con chiarezza come ad ogni disabilità supplisce l’abilità del cuore.

Lasciamo quindi la parola alle immagini. Buona visione!

Condividi su:

Mancano poche ore all'inizio dell'Oktoberfest Brianza e al Piccolo Cottolengo Don Orione di Seregno sono tutti emozionatissimi di far parte di questo grande progetto, raccontato in QUESTO ARTICOLO.
Inoltre, oggi sarà una data storica: questa sera ci sarà la prima diretta della radio del PCDO!!!
Come fare ad ascoltare la prima trasmissione? Semplice: collegandosi al sito www.spreaker.com cercando poi PCDO RADIO, e da tutti i dispositivi mobili scaricando l’apposita APP spreaker.

La prima diretta di 45 minuti sarà stasera alle ore 21 e per 10 sere i ragazzi, i nonni e i collaboratori del Piccolo Cottolengo Seregnese racconteranno la loro vita e le loro attività di quel momento che saranno molto interessanti visto che le sorprese non finiscono qui. Successivamente, dai primi di settembre verrà avviato il nuovo palinsesto che è già allo studio.

Tra i promotori dell’iniziativa anche il responsabile di struttura, Paolo Favari che sostiene: “La radio mi piace e ci piace, è un mezzo fresco, moderno ed assolutamente libero rispetto a tutto e a tutti, rispetta la dignità e la voce di tutti i protagonisti. Sarà una bellissima avventura.”

Questa radio raccoglie e lancia una sfida, come se il cielo lanciasse nuove stelle che diventassero la nostra strada verso le costellazioni della fiducia, della speranza, dell’ottimismo e dell’entusiasmo; vogliamo parlare di disagio, solidarietà, fragilità non con quel velo di tristezza ma con l’entusiasmo di non dimenticare di fare qualcosa per aiutare chi ne ha maggiormente bisogno. PCDO RADIO è un progetto in divenire, che con curiosità, creatività e voglia di fare prenderà maggiormente concretezza e per questo abbiamo bisogno di tutti, giovani, adulti, timorati di Dio e di coloro che Dio lo devono ancora conoscere.

Buon ascolto!

Condividi su:

Anche quest’anno gli ospiti del Piccolo Cottolengo di Genova Camaldoli hanno trascorso un periodo di meritata vacanza nella tenuta di Villa Periaschi a Sassello. Anche questi momenti, nella loro semplicità e familiarità, sono in realtà occasioni importanti per rendere la vita "di qualità", un'esistenza normale fatta di tutte quelle piccole e grandi azioni che tutti noi svolgiamo ogni giorno.
Per capire il valore grande che i piccoli gesti da vacanzieri possono avere, lasciamo la parola a Luigi.

Sono stato a Sassello dal 31 luglio al 6 agosto. Mi sono divertito e ho visto i cavalli che mangiavano il fieno. Abbiamo fatto la grigliata di salsicce e carne il giorno 4 ed il giorno 8 la pizzata da Simone con pizza, birra e coca cola. In fondo alla cena il caffè e la grappa.
Il giorno 5 siamo andati in paese a prendere il caffè ed il ginger. Siamo andati al fiume a nuotare e abbiamo preso il sole ed eravamo abbronzati.  Avevamo asciugamani e costumi. La domenica mattina abbiamo disfatto i letti, abbiamo fatto il bagno, bevuto un goccio di caffè nei bicchierini, caricato il furgone e siamo tornati a Genova per l’ora di pranzo.

Condividi su:

Giovedì, 17 Agosto 2017

Seregno - #PCDORADIO

Tra sette giorni anche il Piccolo Cottolengo Don Orione di Seregno sarà On Air. Il Piccolo Cottolengo di Santa Maria La Longa (UD) ha già avviato un'esperienza radiofonica con Radio Cotto-lenga, condotta dal simpaticissimo Mr. Pon Pon che racconta la vita e le attività del centro. Perché proprio la radio? La radio è uno strumento duttile che molti di noi ascoltano in automobile, a casa, tramite lo smartphone. Grazie alla tecnologia disponibile oggi, diventa un'occasione accessibile per portare "fuori il dentro" e viceversa, ovvero per raccontare la vita dentro le case orionine a chi non le conosce e per far sentire chi ci vive parte di un gruppo, di una società più grande, che spesso è percepita come un fuori molto distante.
Di fronte a un microfono anche le persone che soffrono di disturbi psichici possono reagire in maniera piacevolmente inaspettata, regalando momenti di complicità, condivisione e, perché no, divertimento. Le esperienze di altre radio, già attive da diversi decenni, hanno evidenziato come questo tipo di attività abbia effetti molto positivi sulle persone, favorendone l’inclusione sociale e una sensazione di appagamento nel loro percorso verso una vita il più possibile dignitosa e degna di essere vissuta.
Per fortuna oggi non serve un vero e proprio studio radiofonico: basta scaricare la App Speaker e si possono registrare o trasmettere in diretta la trasmissione dal computer o dal telefono. E gli ascoltatori, dal sito www.speaker.com, possono scaricare il podcast delle trasmissioni e ascoltarlo con le cuffiette mentre vanno a fare running nel parco.

Per ascoltare le ultime trasmissioni di Radio Cotto-lenga, clicca QUI.

Condividi su:

Inizierà venerdì 11 agosto 2017 la distribuzione di biglietti della sottoscrizione a premi a supporto del Piccolo Cottolengo di Don Orione di Seregno e di Anfass, promossa da Lux Promotion ente organizzatore del 6° Oktoberfest Brianza.
L’Estrazione finale avverrà, come oramai da tradizione, la sera del 3 settembre 2017 durante la serata di chiusura dell’importante evento che si svolgerà a partire dal 24 agosto presso l’area Luna Park di via Alla Porada a Seregno.
Il primo premio, di elevato valore commerciale, è rappresentato da una vacanza All Inclusive in Messico e i premi a venire saranno di valore inferiore ma comunque di elevata qualità. L’elenco di tutti i premi è disponibile sul sito www.oktoberfestbrianza.it.
Tutto il ricavato, 10.000 biglietti stampati fino a questo momento, sarà devoluto a due istituzioni di riferimento del territorio seregnese: Anfass e il Piccolo Cottolengo di Don Orione, che utilizzeranno il denaro a scopo benefico per tutte le persone di cui queste istituzioni si occupano.
I biglietti si possono trovare, oltre che durante tutte le serate della manifestazione, anche presso le sedi dei due enti seregnesi.

biglietto oktoberfest 17

Condividi su:

Pagina 5 di 25

Cerca nel sito DOI

#seguilastella

Los desamparados

Giornata mondiale del Migrante e Rifugiato 2018

Pubblicazione periodica di informazione scientifica Anno 2 / Numero 3